rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
CONTRATTACCO

Chiara Frontini scatenata: "20 anni di disastri non si possono risolvere in cinque mesi, le asfaltature di Arena sono una balla"

La giunta Frontini contrattacca in conferenza stampa e risponde a Lega, FdI e Pd: “Hanno governato per anni ed ora ci attaccano dopo 5 mesi”

L’amministrazione Frontini al contrattacco. Al termine del Consiglio straordinario andato deserto, la giunta del sindaco ha tenuto una conferenza stampa proprio in aula, alla presenza di tutti i consiglieri di maggioranza, per rispondere all’opposizione. Una serie di botta e risposta che si può riassumere così: ci avete lasciato una città allo sbando e dei progetti irrealizzabili, ora pretendete da noi i miracoli in cinque mesi?

"Un'opposizione che si comporta cosi non vuole bene a Viterbo. Dopo l'eredità che ci hanno lasciato - ha detto Chiara Frontini - dovrebbero almeno avere la buona creanza di fare proposte csotruttive e condivise, che ovviamente non stanno arrivando. Io ho vissuto in opposizione a lungo e ricordo il lavoro svolto nell'elaborare mozioni e progetti alternativi, quando le cose non piacevano criticavamo e proponevamo alternative. Loro, invece, non hanno prodotto nemmeno un ordine del giorno". Viene poi rivelata la trattativa sfumata in estate: "A luglio avevamo aperto alla possibilità di accogliere gli emendamenti dell'opposizione, mettendo sul piatto 200mila euro per condividere le loro proposte, e loro hanno rispedito tutto al mittente. Ora si lamentano del contrario, fanno, appunto, bastian contrario". Frontini spiega anche perchè i suoi consiglieri non hanno partecipato al Consiglio straordinario saltato oggi: "A neanche cinque mesi dall'insediamento del Consiglio comunale sono arrivate già 9 richieste di Consiglio straordinario, di cui 5 già tenute e 4 che avremmo dovuto discutere oggi. Non abbiamo risposto all'appello perchè non avevamo nessuna intenzione di incassare il gettone di presenza per poi non avere interlocutore, inoltre, veniamo accusati perchè facciamo un solo punto all'ordine del giorno e, quando li accorpiamo, ci accusano comunque. Le contraddizioni sono evidenti ma, come al solito, cerchiamo di fare il nostro servizio mettendoci i contenuti". Ma, dato il clima teso, ci sono alcuni sassolini da togliersi dalle scarpe: "È ora - dice rispolverando il claim della sua campagna elettorale - di raccontare le cose come stanno, quello che abbiamo trovato e quel che stiamo facendo. Finora siamo stati a testa bassa a lavorare per Viterbo con tutto il disastro che ci hanno lasciato in eredità senza gettare croci su di loro, perchè noi dobbiamo trovare soluzioni e non cercare colpe. Ma adesso il dialogo è chiuso, mentre si dovrebbe solo comprendere la nostra buona fede. Ci chiedono di dare risposte a processi creati da loro stessi".

Dopo l'intervento del sindaco, gli assessori hanno esposto, con l'ausilio di ben 106 slide, alcuni interventi su temi importanti come il Pnrr, il Pinqua, l'appalto rifiuti e i Lavori Pubblici, dunque pure le asfaltature. E, proprio sulle asfaltature, Frontini si toglie un altro sassolino dalle scarpe: "I cinque milioni di euro che Arena dice di aver stanziato per dei lavori mai partiti non sono altro che una balla". L'affermazione lascia interdetti, dato che lo stesso Arena, più volte, ha rimarcato queste sue presunte operazioni preparate ma mai iniziate, chiedendone l'attuazione: "Semmai - ha detto Frontini - esiste un progetto base da cinque milioni di euro, propedeutico ad una richiesta per accendere un mutuo, da effettuare nel 2023, per pura coincidenza qualche mese prima delle elezioni". Ma allora non si tratterebbe di appalti veri e propri, solo di progetti. Il mutuo, tuttavia, l'attuale amministrazione lo accenderà: "Il prossimo anno lo contrarremo, ma non necessariamente asfalteremo le strade previste da Arena". E ora si attendono risposte proprio da lui, Giovanni Arena. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiara Frontini scatenata: "20 anni di disastri non si possono risolvere in cinque mesi, le asfaltature di Arena sono una balla"

ViterboToday è in caricamento