Domenica, 14 Luglio 2024
Attualità

"Stipendi fermi da più di 10 anni": i lavoratori di Villa Immacolata incrociano le braccia

Già in stato di agitazione, hanno indetto un'assemblea preparatoria allo sciopero

I lavoratori di Villa Immacolata in stato di agitazione dal primo dicembre. La protesta sindacale è stata indetta da Cgil Fp, Cisl Fp e Uil Fpl in tutte le strutture in Italia associate ad Aris, l'Associazione religiosa istituti sociosanitari, come appunto quella a San Martino al Cimino.

Dopo lo stato di agitazione e in seguito al "mancato accordo e al tentativo di conciliazione tra Aris e le organizzazioni sindacali svoltosi al ministero del Lavoro il 6 dicembre", Cgil, Cisl e Uil hanno indetto un'assemblea del personale aperta a tutti i lavoratori di Villa Immacolata. È stata fissata per lunedì 18 dicembre, dalle 11 alle 14, nello spazio aperto di fronte all'ingresso del complesso sociosanitario.

"L'iniziativa - spiegano i segretari Antonino Ferrigno (Cgil Fp), Francesco Guitarrini (Cisl Fp) e Maurizio Bizzoni (Uil Fpl) - si rende necessaria per manifestare contro il comportamento dell'associazione datoriale Aris che nega con il riconoscimento delle ragioni e della dignità di tutti i lavoratori del comparto che oramai "sopravvivono" con uno stipendio fermo al 2012".

L'assemblea è preparatoria alla sciopero proclamato per il 31 gennaio. "Per la necessità di rivendicare stesso lavoro, stesso salario
e stessi diritti di un servizio che è integrato nel sistema sanitario regionale", concludono Ferrigno, Guitarrini e Bizzoni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Stipendi fermi da più di 10 anni": i lavoratori di Villa Immacolata incrociano le braccia
ViterboToday è in caricamento