rotate-mobile
Giovedì, 29 Febbraio 2024
Attualità

L'assessore regionale Ciacciarelli a Viterbo: "Nei capoluoghi di provincia opere contro il dissesto idrogeologico"

L'assessore della Regione Lazio Pasquale Ciacciarelli all'incontro di Ance Viterbo

"Nei capoluoghi di provincia opere per combattere ed evitare il rischio di dissesto idrogeologico". Pasquale Ciacciarelli, assessore a Urbanistica, Politiche abitative, Case popolari, Politiche del mare della Regione Lazio, durante l'incontro "Il supporto della Regione Lazio agli enti locali in materia urbanistica" che si è svolto oggi a Viterbo nella sede di Unindustria e Ance.

Hanno partecipato anche il presidente di Ance Lazio Domenico Merlani e il presidente di Ance Viterbo Andrea Belli. Ha introdotto i lavori il consigliere regionale Daniele Sabatini ed erano presenti anche il presidente di Unindustria Viterbo Sergio Saggini e l'assessore alla Qualità degli spazi urbani e pianificazione urbanistica del Comune di Viterbo Emanuele Aronne.

Sergio Saggini, Domenico Merlani, Pasquale Ciacciarelli e Andrea Belli-2

Nel suo intervento, l'assessore Ciacciarelli ha illustrato alla platea le politiche e i provvedimenti normativi messi in atto dalla Regione in tema di edilizia, urbanistica e politiche abitative, con l'obiettivo di incrementare il sostegno agli enti locali e aprire nuove opportunità per le imprese e i territori. In particolare si è incentrato sulla riforma della legge sulla rigenerazione urbana e su un testo unico dell'urbanistica in grado di semplificare norme e procedure.

“In una Regione come la nostra - dice Ciacciarelli -, caratterizzata dalla presenza di una realtà urbana di valenza nazionale quale Roma Capitale e contestualmente dalla presenza di una pluralità di territori e piccole-medie realtà cittadine tra loro molto diverse, diviene necessario, per il buon andamento della macchina amministrativa e per avere consapevolezza di ciò che si amministra e dell’impatto delle proprie decisioni sul territorio, mantenere un costante contatto con gli enti locali.

Fin dal mio insediamento ho posto quale principio quello di cercare di superare la pregiudiziale presente in molte realtà comunali di un rapporto ostico con la Regione Lazio in materia urbanistica. In questa ottica ci siamo subito messi al lavoro per cercare di superare uno dei principali problemi esistenti, rappresentato dalla forte stratificazione normativa sviluppatasi negli anni, per lasciar il posto a un unico testo normativo sull’urbanistica improntato a una logica di semplificazione. Ad oggi siamo riusciti a deliberare la costituzione della commissione tecnica che lavorerà alla sua relativa redazione.

Incontro Ance-2

Stiamo avviando con i capoluogo di provincia un percorso volto alla stipulazione di un apposito protocollo di intesa, già concluso con la città di Frosinone, per il completamento di opere di urbanizzazione nei piani di zona, ponendo una particolare attenzione a quelle opere necessarie per combattere ed evitare il rischio di dissesto idrogeologico.

Infine - conclude Ciacciarelli - stiamo studiando, sempre con la medesima logica di consentire semplificazione e snellimento delle procedure, una serie di modifiche normative a vari testi di legge in materia urbanistica, oltre ad una riforma organica della legge 7 del 2017 in materia di rigenerazione urbana che, davanti alla poca applicazione da parte dei comuni, esige una rimodulazione del proprio impianto".

Andrea Belli, presidente di Ance Viterbo: "Nonostante sia in carica solo da pochi mesi, la giunta regionale ha già varato importanti misure, dimostrando di essere vicina alle imprese del settore edilizio. Auspichiamo che questo di oggi sia soltanto il primo di una serie di incontri proficui e costruttivi tra Regione, enti locali, professionisti e imprese per il rilancio del comparto e dell'economia territoriale, con un'attenzione particolare alla semplificazione amministrativa e alla rigenerazione urbana, aspetto quest'ultimo in cui possiamo contare su aziende sempre più specializzate".

Domenico Merlani-2

Domenico Merlani, presidente di Ance Lazio: "Le costruzioni sono il motore del Paese e, secondo le stime di Ance, oltre un terzo della crescita record del Pil dello scorso anno (+6,6%) è attribuibile alle costruzioni. Un ruolo centrale riconosciuto anche dal governo nel perseguimento degli obiettivi del Pnrr. Nel Lazio le imprese edili sono 43mila 197, pari all’8,7% dell’offerta produttiva del settore a livello nazionale. Per questo chiediamo alla Regione, con la cui giunta Rocca e in particolare con l'assessorato all'Urbanistica abbiamo già avviato da tempo una proficua collaborazione, di proseguire sulla strada di un impegno sempre più deciso verso i temi che ci stanno a cuore".

"Ance  - conclude Merlani - sta affrontando questioni cruciali per il futuro: lo snellimento delle procedure amministrative, il rinnovamento delle città, la transizione ecologica, la devoluzione dei poteri urbanistici ai comuni, un nuovo modello di edilizia sociale, la riapertura di un dialogo costruttivo e non ideologico con il ministero sul Piano territoriale paesaggistico regionale (Ptpr). Grazie all'assessore Ciacciarelli per aver accettato l'invito di Ance a incontrare gli operatori del comparto edile di Viterbo. Sono certo che da questa collaborazione scaturiranno sinergie positive per lo sviluppo di tutta l'economia locale, le imprese e l'occupazione". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'assessore regionale Ciacciarelli a Viterbo: "Nei capoluoghi di provincia opere contro il dissesto idrogeologico"

ViterboToday è in caricamento