REGIONE LAZIO

Venticinque borghi della Tuscia vogliono riqualificare i loro edifici in abbandono e degrado

Sono 137 borghi del Lazio che hanno risposto al bando per i piccoli comuni. L'assessora Luisa Regimenti: "Lo sviluppo del Lazio passa dal loro rilancio"

Venticinque piccoli comuni della Tuscia, fino a 5mila abitanti, si sono interessati all'avviso pubblico relativo al piano triennale che ha messo a disposizione quattro milioni di euro per la riqualificazione di edifici pubblici in stato di abbandono e degrado e il loro utilizzo per l’ampliamento dell’offerta di servizi a favore dei cittadini e della collettività attraverso centri multifunzionali e l’erogazione di servizi in ambito turistico, di promozione del territorio e delle produzioni agricole, agroalimentari e artigianali tipiche locali.

"Lo sviluppo dei piccoli comuni del Lazio è al centro dell’attività della giunta Rocca - afferma l'assessora regionale Luisa Regimenti -. Sono pervenute agli uffici 124 domande, 112 presentate dai comuni in forma singola e 12 dai comuni in forma associata. In totale, 137 i comuni che hanno presentato domanda. Il maggior numero di domande, 42, è pervenuto dalla provincia di Frosinone, a seguire la provincia di Roma, 26, e quella di Viterbo, 25".

"Considerato  il grande fabbisogno che emerge dalle domande pervenute, cercheremo - fa sapere Regimenti - di ampliare nelle prossime leggi di stabilità, compatibilmente con le esigenze di bilancio, i fondi destinati a questo scopo. I piccoli centri del Lazio sono il fulcro della nostra regione: la riqualificazione di un edificio storico e l’avvio di nuovi servizi possono rappresentare un’occasione di rilancio importante per queste comunità. Così come riteniamo strategica la scelta di destinare quasi due milioni di euro a sostegno della residenzialità per i comuni sotto i 2mila abitanti. La giunta Rocca sarà sempre al fianco di queste comunità per favorire le opportunità di crescita, contrastare lo spopolamento e renderle volano dello sviluppo del Lazio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Venticinque borghi della Tuscia vogliono riqualificare i loro edifici in abbandono e degrado
ViterboToday è in caricamento