rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
ORDIGNO INESPLOSO

Bomba a Viterbo, nessuna interruzione dell'acqua il 7 maggio

Talete, nel giorno dell'evacuazione, invita comunque a "chiudere i contatori idrici per prevenire eventuali perdite"

Bomba a Viterbo: il 7 maggio, giorno dell'evacuazione per il disinnesco del grosso ordigno inesploso, "le condotte idriche non saranno disattivate". Lo comunica Talete, che spiega: "Non rappresentano un rischio di interferenza con gli effetti di una potenziale esplosione". La società, però, consiglia di "chiudere i contatori idrici delle abitazioni e/o esercizi commerciali per prevenire eventuali perdite".

La prefettura di Viterbo ha emesso un avviso di evacuazione per i residenti nella zona individuata entro 1400 metri dal punto di ritrovamento di un ordigno bellico inesploso, situato in via De Gasperi. L'evacuazione sarà necessaria il giorno 7 maggio per consentire il completamento delle operazioni di messa in sicurezza dell'ordigno. Per garantire la sicurezza dei cittadini, sarà interrotta l'alimentazione elettrica e del gas nell'area circostante via De Gasperi, con un raggio di 500 metri dal punto di ritrovamento dell'ordigno.

"Tuttavia - informa Talete - le condotte idriche non saranno disattivate, in quanto non rappresentano un rischio di interferenza con gli effetti di una potenziale esplosione. Si consiglia vivamente a tutti gli utenti di chiudere i contatori idrici delle proprie abitazioni e/o esercizi commerciali per prevenire eventuali perdite negli impianti interni. L'accesso all'area è rigorosamente vietato, rendendo impossibile qualsiasi intervento di riparazione in caso di danni".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bomba a Viterbo, nessuna interruzione dell'acqua il 7 maggio

ViterboToday è in caricamento