rotate-mobile
COMMEMORAZIONE

Viterbo ricorda Giovanni Palatucci, il funzionario di polizia che salvato dal genocidio molti ebrei

Nel 79esimo anniversario della morte la questura di Viterbo ha organizzato un evento commemorativo al Paolo Savi

Viterbo celebra il 79esimo anniversario della morte di Giovanni Palatucci. Già questore di Fiume, deceduto nel 1945 nel campo di concentramento nazista di Dachau, medaglia d’oro al merito civile, proclamato servo di Dio dalla chiesa cattolica e riconosciuto “Giusto tra le nazioni” per aver salvato dal genocidio molti ebrei stranieri e italiani.

Al fine di onorare degnamente il suo sacrificio la questura di Viterbo ha organizzato un evento commemorativo dedicato agli studenti presso l’istituto di istruzione superiore “Paolo Savi” di Viterbo, che vedrà la partecipazione del questore di Viterbo e del professor Stefano Grego in rappresentanza della locale comunità ebraica.

La cerimonia, che si svolgerà alla presenza del prefetto, della sindaca e del presidente della provincia di Viterbo, avrà luogo nell’aula magna dell’istituto alle ore 10:30 e vedrà un’appendice nel giardino esterno della struttura dove verrà piantato un albero di ulivo, simbolo di pace, con l’apposizione di una targa in memoria del valoroso funzionario di polizia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viterbo ricorda Giovanni Palatucci, il funzionario di polizia che salvato dal genocidio molti ebrei

ViterboToday è in caricamento