rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Attualità

"Cittadinanza onoraria ai figli di stranieri nati in Italia e residenti nella Tuscia"

La proposta del Tavolo per la pace ai sindaci della Tuscia. Oggi l'evento "CondiVivere la città" con l'attivista Sonny Olumati di Italiani senza cittadinanza

"Cittadinanza onoraria ai figli di stranieri nati in Italia e residenti nel Viterbese". La proposta arriva dal Tavolo per la pace, il coordinamento di organizzazioni e singoli cittadini che da anni operano nel campo della pace, della difesa dei diritti umani e della solidarietà, ed è rivolta ai sindaci della provincia.

La proposta sarà formalizzata oggi pomeriggio durante l'evento di accoglienza "CondiVivere la città", in programma dalle 17 nella sala Brutti della parrocchia Sacra Famiglia al quartiere Carmine. 

L'appuntamento si sviluppa attraverso più dimensioni. La prima è quella dei diritti politici e riguarderà la proposta di conferimento della cittadinanza onoraria simbolica alle bambine e ai bambini di genitori stranieri nati in Italia e residenti nel Viterbese.

La proposta, elaborata da anni dal Tavolo per la pace, si ispira a quella lanciata dall'Unicef nel 2012 all’interno della campagna “Io come tu” che ha raccolto fino a oggi l’adesione di oltre 600 enti locali, grandi e piccoli. Tra questi il Comune di Formigine, in provincia di Modena, che interverrà all’incontro attraverso la vicesindaca Simona Sarracino. Su questo tema interverranno anche due rappresentanti dell’associazione Italiani senza cittadinanza, tra cui Sonny Olumati, noto sia per il suo impegno civile che come ballerino, e un rappresentante dell'Unicef.

La seconda dimensione è quella scientifica e consisterà nell’intervento di Luca Di Sciullo, presidente del centro studi e ricerche Idos, che presenterà il dossier statistico Immigrazione 2023, documento storico che fotografa di anno in anno il mondo delle migrazioni vecchie e nuove.

La terza è quella dell’accoglienza e passerà attraverso le esperienze e le problematiche vissute dai sindaci, dagli operatori sociali, dalle ragazze e dai ragazzi italiani e stranieri sul territorio.

Infine, intorno alle 20, una cena etnica con accompagnamento musicale offrirà una piacevole occasione di condivisione e festa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Cittadinanza onoraria ai figli di stranieri nati in Italia e residenti nella Tuscia"

ViterboToday è in caricamento