rotate-mobile
Sabato, 26 Novembre 2022
STRAORDINARIA INIZIATIVA

180 studenti piloti per due settimane con l'aeronautica militare: "Un'emozione unica volare sopra la nostra città"

Corso di cultura aeronautica per i ragazzi di sei scuole superiori di Viterbo, il comandante Michele Cesario: "Gli raccontiamo una storia fatta di passioni, sogni e futuro"

In volo con l'aeronautica militare, studenti piloti per due settimane. Un'esperienza unica che la forza armata offre ai giovani di Viterbo grazie al Corso di cultura aeronautica, con il patrocinio del comune. Un'attività gratuita e facoltativa, che coinvolge 180 studenti di sei scuole superiori del capoluogo. "Questo corso - spiega il generale di squadra aerea Silvano Frigerio, comandante delle scuole aeronautiche e della terza regione aerea - ci permette di avvicinarci ancor di più ai cittadini e soprattutto ai ragazzi. È l'occasione per mostrare cosa facciamo e far conoscere sempre di più la nostra forza armata. L'aeronautica militare guarda al futuro e crede nella bella gioventù di questo paese".

Il volo sulla città con un velivolo dell'aeronautica militare di Viterbo-3

Se per l'aeronautica è un'occasione per guardare al futuro attraverso i giovani e avvicinarli alla cultura professionale e valoriale della forza armata al servizio dell'Italia, per i ragazzi il corso rappresenta un'occasione per avvicinarsi al mondo del volo, una professione che offre grandi emozioni ma che richiede impegno, competenza e passione.

GALLERY | In volo con l'aeronautica: Viterbo vista dall'alto di un velivolo militare

"Tenendo il corso di quest'anno a Viterbo, nel 100esimo anniversario della fondazione del corpo, l'aeronautica vuole ringraziare la città - afferma Michele Cesario, comandante del 60esimo stormo di Guidonia -. Viterbo vive da anni con molta passione le varie realtà della forza armata presenti sul territorio, un territorio che per noi ha un'importante centralità". Il corso è un vero e proprio evento, iniziato il 7 novembre e che si concluderà giovedì prossimo. "Durante questi dieci giorni - continua Cesario - non parliamo solo di come ci siamo evoluti nel tempo come forza armata, ma raccontiamo una storia fatta di passioni, sogni e futuro. Il corso è suddiviso in due parti. Durante la prima settimana gli studenti seguono delle lezioni teoriche: fanno gruppo, hanno un obiettivo comune e magari scoprono anche delle nuove passioni. Al termine, poi, fanno un test". Una verifica, che ha contribuito alla stesura di una graduatoria, che i ragazzi hanno effettuato giovedì scorso.

Il volo sulla città con un velivolo dell'aeronautica militare di Viterbo (Foto di Marco Amati)

"Nella seconda settimana - prosegue il comandante Cesario - i giovani vivono l'esperienza del volo in formazione con un aereo militare, decollando dalla scuola marescialli di Viterbo e venendo accompagnati dai piloti istruttori di volo del 60esimo stormo. Voleranno sopra la loro città e i tetti delle loro case, e sarà un'emozione unica. Ognuno di loro farà ciò che deve fare e come deve essere fatto, ossia con precisione e affidabilità. Gli studenti lavoreranno in armonia e fidandosi l'uno dell'altro affinché il volo sia il più vicino possibile alla perfezione".

Corso di cultura aeronautica (Foto di Marco Amati)

Al termine del corso verrà stilata una graduatoria e ai primi classificati sarà data la possibilità, come premio, di partecipare a uno stage di veleggamento su aliante all'aeroporto di Guidonia. Per sette giorni indosseranno i panni di un pilota dell'aeronautica, volando ai comandi di un aliante Twin Astir. "L'aeronautica - evidenzia il comandante Cesario - non è solo volo. Il volo è la punta dell'icerbeg e stando a Guidonia i ragazzi lo capiranno, vivendo per una settimana, 24 ore su 24, la vita dello stormo".

Roberto Ciufoli

Questa mattina il Corso di cultura aeronautica è stato presentato alle istituzioni cittadine nella caserma della scuola marescialli di Viterbo. Presenti, tra gli altri, il comandante provinciale dei carabinieri Massimo Friano, l'assessore Emanuele Aronne, il dirigente dell'ufficio scolastico regionale Daniele Peroni e i dirigenti di tre degli istituti coinvolti: Paola Bugiotti del Savi, Simonetta Pachella dell'Orioli e Luca Damiani del Da Vinci. Tutti, proprio come faranno gli studenti nei prossimi giorni, accompagnati dai piloti del 60esimo stormo, hanno poi provato l'esperienza del volo a bordo del velivolo militare Siai U-208 e hanno potuto ammirare la città dall'alto. Guest star l'attore Roberto Ciufoli, che ha prestato il proprio volto allo spot dedicato al corso.

GALLERY | Corso di cultura aeronautica

"Ai ragazzi ricordo di sognare, sempre - ha detto il provveditore agli studi Peroni rivolgendosi alla rappresentanza di giovani presenti -. Vi auguro che questo corso accenda, almeno in alcuni di voi, la scintilla nel decidere cosa volete essere nel vostro futuro". Ha raccontato la sua esperienza, invece, l'assessore Aronne. "Da ragazzino io avrei voluto volare e sono sicuro che se nel mio percorso ci fosse stata la possibilità di prendere parte a un corso come questo, io nella vita avrei volato, perché la trovo una cosa meravigliosa. Per raggiungere i vostri obiettivi, che siano il volo o no, sono fondamentali impegno e dedizione. Il talento deve essere sempre allenato con lo studio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

180 studenti piloti per due settimane con l'aeronautica militare: "Un'emozione unica volare sopra la nostra città"

ViterboToday è in caricamento