rotate-mobile
Attualità Via Umbria

Dosso a San Martino al Cimino: "Dopo tre morti, un centimetro d'asfalto per lavarsi la coscienza"

Realizzato l'attraversamento pedonale rialzato in via Umbria: l'intervento di un lettore

Continua il progetto dell'amministrazione comunale di realizzazione dei dossi pedonali rialzati, a Viterbo e nelle frazioni, con l'obiettivo di far moderare la velocità alle auto e quindi migliorare la sicurezza stradale.

Nei giorni scorsi è stato realizzato quello a San Martino al Cimino. Il progetto coinvolge anche Bagnaia, la Quercia, Grotte Santo Stefano, Tobia. E, in città, Teverina, Cimina, strada Bagni, via San Paolo e quartieri Carmine e Santa Barbara.

A San Martino è stato realizzato in via Umbria, all'altezza del civico 41 e nei pressi del fioraio, e contestualmente è stata ridotta la velocità delle auto a 30 chilometri orari. A ViterboToday un lettore scrive: "Su quella strada incidenti in continuazione, tre morti, raccolta firme e dopo anni mettono un centimetro di asfalto per lavarsi la coscienza".

L'intervento finisce anche al centro di un dibattito sui social, dove una donna scrive: "Per i 30 chilometri orari non dovrebbe superare i sette centimetri di altezza. Visto a occhio, sembra di più. È possibile avere delucidazioni da chi di competenza?".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dosso a San Martino al Cimino: "Dopo tre morti, un centimetro d'asfalto per lavarsi la coscienza"

ViterboToday è in caricamento