rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
CULTURAL-MENTE

Amministrazione condivisa, enti del terzo settore e comuni si confrontano a Viterbo

Iniziativa del Laboratorio Tuscia Europa: dopo i laboratori del 30 novembre, convegno pubblico il 5 dicembre

Giovedì 30 novembre e martedì 5 dicembre 2023 a Viterbo, presso il Centro Culturale Valle Faul della Fondazione Carivit (Via Faul 24-26), i volontari e le volontarie degli enti del terzo settore e il personale e i rappresentanti della pubblica amministrazione si incontrano per confrontarsi su buone prassi e finalità dell'amministrazione condivisa.

L’iniziativa è promossa dal Laboratorio Tuscia Europa, rete di cui fanno parte 24 enti del terzo settore, che da anni promuove lo sviluppo territoriale partecipativo attraverso la co-programmazione e la co-progettazione, ed è realizzata con la collaborazione e il contributo del CSV Lazio ETS, nel’ambito delle sue attività di promozione del volontariato e di sostegno ai volontari e alle loro associazioni. I due incontri hanno ricevuto il patrocinio di ANCI Lazio, Fondazione Carivit (che ha gentilmente concesso gli spazi) e Provincia di Viterbo. L’obiettivo immediato è favorire uno scambio di esperienze e di idee fra pubblica amministrazione ed enti del terzo settore, entrambi titolati all’esercizio dell'amministrazione condivisa. L’obiettivo a più lungo termine è porre le basi per la condivisione di risorse e responsabilità fra cittadini e cittadine e amministrazioni nell’interesse generale.

Il 30 novembre dalle ore 9.00 alle 13.00 si sono svolti i laboratori con accesso a iscrizione dal titolo "Amministrazione condivisa, una modalità di governo policentrica". Presente Mario German De Luca per CSV Lazio ETS, esperto di amministrazione condivisa e rapporti tra ETS e PA, che introduce i tre temi su cui i laboratori, composti da partecipanti misti (Comuni e ETS) si confronteranno; il confronto produrrà riflessioni, idee, proposte e documenti. Erano presenti i comuni di Viterbo, Canepina, Montefiascone, Soriano nel Cimino e Vallerano. Ai tavoli di discussione sono state affrontate tre macro questioni: la dimensione relazionale dell'amministrazione condivisa, dai pregiudizi alla fiducia; dalla competizione alla collaborazione, dal bando alla condivisione; i requisiti minimi per avvisi di co-programmazione e co-progettazione.

Il 5 dicembre dalle ore 9.00 alle 13.00 sarà la volta del convegno a ingresso libero "Strumenti, buone prassi e sfide". Dopo i saluti istituzionali degli enti patrocinanti, il convegno sarà aperto dall’intervento del professor Gregorio Arena, fondatore di LABSUS, promotore del percorso dell'amministrazione condivisa e animatore, tra gli altri, del “Club degli amici dell’Art. 55”, che parlerà di patti di collaborazione e cittadinanza attiva. Seguirà la restituzione commentata di quanto prodotto nei laboratori del 30 novembre e quindi un dibattito.  Gli incontri danno continuità a quanto emerso nel convegno del 4/11/22 “Il paradigma dell’amministrazione condivisa, un nuovo modello di Welfare partecipativo”, organizzato sempre dal Laboratorio Tuscia Europa con la collaborazione e il sostegno del CSV Lazio ETS.

Le associazioni Laboratorio Tuscia Europa sono: ACLI Circolo Murri, AIPD, AMAN, Amici di Franco Di Marco, ANGSA, ANTEA, ARLAF, AUSER Orte, AUSER Viterbo, CDS Tuscia, Cuore di Mamma, Emozioni d’arte, Erinna, GAVAC, Goji VIP Viterbo, In-Pari-Amo, La Piuma Percorsi Riabilitativi La Via, Perché Io Segno, Sans Frontiere, Sindrome X Fragile, Sorrisi che nuotano, Viterbo con Amore, Vitersport.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amministrazione condivisa, enti del terzo settore e comuni si confrontano a Viterbo

ViterboToday è in caricamento