rotate-mobile
Mercoledì, 12 Giugno 2024
Attualità

Scuola contro il bullismo, l'evento in Comune a Viterbo: "Non voltatevi mai dall'altra parte"

I giovani studenti sono stati accolti dalle istituzioni e dai rappresentanti militari per parlare di legalità

Il 4 giugno 2024 alle ore 10.30, presso la Sala Regia del Comune di Viterbo, si è svolta la seconda edizione della Manifestazione “Puntiamo in alto… a mille metri sopra i bulli” ideata e curata da alunni e docenti dell'Istituto Comprensivo “Luigi Fantappiè” di Viterbo. Con il patricinio del Comune di Viterbo, l'iniziativa ha visto gli studenti, circa cento dall'infanzia alla secondaria di primo grado, condividere con le istituzioni civili e militari della città un momento di riflessione sui temi della legalità. Nel corso dell'evento ha preso parola l’assessore Alfonso Antoniozzi, che rivolgendosi ai ragazzi ha affermato: “Voi non siete il futuro, siete il presente di questo Paese, di questa città”. Il questore di Viterbo, Luigi Silipo, ha invitato i giovani a “non voltarsi mai dall’altra parte, a denunciare ogni forma di prevaricazione e a non tollerare il silenzio responsabile dell’omertà”. Presente anche l'assessore Emanuele Aronne che ha affermato: “Gli insegnati sono i vostri arbitri. Abbiate sempre cura di ascoltarli”.

Nel corso dell'evento ha preso parola anche la rappresentante dei progetti di prevenzione ai fenomeni di bullismo e cyber bullismo dell’Ufficio Scolastico provinciale, la dottoressa Sabrina Sciarrini: “La scuola insegna il rispetto reciproco non con grandi progetti, ma con la didattica di tutti i giorni, un piccolo pezzetto ogni giorno, perché è dai piccoli dettagli quotidiani che si può costruire un futuro più civico e responsabile”. Tra le componenti scolastiche è intervenuto il Direttore dei Servizi Generali ed Amministrativi della scuola dott. Andrea Centofanti e il Presidente del Consiglio di Istituto dott. Massimiliano Meschini. In conclusione ha preso parola la dottoressa Marta Nori, presidente dell’associazione Kyanos, sottolineando che "il bullismo, così come la violenza di genere, nascono entrambi da un pregiudizio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola contro il bullismo, l'evento in Comune a Viterbo: "Non voltatevi mai dall'altra parte"

ViterboToday è in caricamento