rotate-mobile
TRASPORTI

Nuovi altoparlanti e un'applicazione da un milione di euro per gli utenti della ferrovia Roma - Viterbo

Astral realizzerà un nuovo sistema per gestire le comunicazioni all'utenza e una nuova applicazione in arrivo a fine ottobre 2024

Le stazioni della ferrovia Roma - Viterbo, nel tratto urbano ed extraurbano, saranno dotate di nuovi impianti sonori per la diffusione delle informazioni sulle corse dei treni. È quanto promesso da Astral all’Autorità di regolazione di trasporti che, con una delibera del 23 maggio, ha accettato la proposta dell’azienda regionale. L’Art aveva infatti avviato un procedimento contro Astral che avrebbe potuto portare a una sanzione per la “mancata diffusione delle informazioni” sulle corse agli utenti nella stazione Due Ponti “con appositi annunci sonori”. Un problema, questo, che riguarda anche altri scali della ferrovia. Le informazioni agli utenti, poi, correranno anche sul web grazie all'implementazione di una nuova applicazione da oltre un milione di euro. 

Nuovi impianti sonori

L’Astral sta infatti adottando un progetto di revisione integrale del sistema di diffusione sonora sull’intera linea Roma-Viterbo. Un intervento che, anche secondo l’Art (che monitorerà l’esecuzione dei lavori), dovrebbe andare a risolvere i problemi evidenziati dagli utenti in merito alla scarsa comunicazione all’interno delle stazioni. Verranno utilizzati nuovi software e strumenti innovativi che consentiranno “un’implementazione delle modalità e della tipologia di informazioni garantite all’utenza”.

In particolare, la diffusione nelle fermate dei messaggi audio sarà possibile in tre modalità. La prima è “automatica” con il sistema di localizzazione dei veicoli. La seconda è “manuale”, così che ogni operatore avrà la possibilità di selezionare dalla sua postazione un messaggio audio da diffondere nelle stazioni. Infine, “dal vivo”: in modalità live ogni operatore potrà diffondere messaggi dal vivo verso le fermate selezionate.

Questo intervento, si legge nella delibera dell’Art, non si limiterà alle sole stazioni che oggi sono sprovviste di un sistema di diffusione sonoro, ma riguarderà tutti gli scali. Grazie ad una gestione centralizzata, la gestione delle informazioni agli utenti potrà essere effettuata in modo più efficiente. L’intervento di rinnovo degli impianti costerà 900 mila euro.

I tempi

Entro il 28 febbraio 2025 saranno completati i lavori a Flaminio, Euclide, Acqua Acetosa Campi Sportivi, Monte Antenne, Tor di Quinto, Grottarossa, Saxa Rubra, Centro RAI, Labaro, La Celsa, Prima Porta, Giustiniana, Montebello (tratta urbana). Per le seguenti stazioni il progetto verrà realizzato entro il 31 maggio 2025: Sacrofano, Riano, Castelnuovo di Porto, Morlupo, Magliano Romano, Rignano Flaminio, Sant’Oreste, Pian Paradiso, Civita Castellana, Catalano, Faleri, Fabrica di Roma, Corchiano, Vignanello, Vallerano, Soriano nel Cimino, La Fornacchia, Vitorchiano, Bagnaia, Viterbo (tratta extraurbana).

Nuova applicazione

Astral, oltre ad essere impegnata in un “up-grade” del sistema di infomobilità regionale, sta sviluppando una nuova applicazione anche in vista dell’avvio, dal 1° gennaio 2025, del nuovo servizio di trasporto pubblico locale su gomma urbano e suburbano nei comuni che fanno parte delle 11 unità di rete della regione Lazio. Un programma all’interno del quale gli utenti troveranno informazioni anche sulle ferrovie regionali, su Atac e sui trasporti marittimi. “Il costo da imputare all’implementazione dell’ app – si legge sempre nella delibera Art - è stimato in circa 1.062.000 euro” e dovrebbe essere pronta il 30 ottobre 2024.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovi altoparlanti e un'applicazione da un milione di euro per gli utenti della ferrovia Roma - Viterbo

ViterboToday è in caricamento