rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
VERSO IL 3 SETTEMBRE

Nuova macchina di santa Rosa, i Fiorillo fanno 100: saranno loro a costruire Dies natalis

La ditta si aggiudica il bando con il massimo dei punti, grazie all'esperienza che vantano nella tradizione del 3 settembre. Torna l'accoppiata con Raffaele Ascenzi. Il presidente del Sodalizio dei facchini, Massimo Mecarini: "Una scelta che ci dà sicurezza"

I Fiorillo fanno cento. Saranno sempre loro a costruire Dies natalis, la nuova macchina di santa Rosa ideata da Raffaele Ascenzi. L'impresa di Vincenzo Fiorillo con i figli Mirko e Alessio si è aggiudicata il bando con il massimo punteggio, grazie anche all'esperienza che ormai possono vantare nella tradizione del 3 settembre. La srl viterbese, infatti, si è già occupata della costruzione di Gloria, sempre di Ascenzi con cui tornano a formare l'apprezzata e vincente accoppiata per almeno i prossimi cinque anni, ma anche di Fiore del cielo, in quel caso divisa con Contaldo Cesarini.

La commissione di gara presieduta da Massimo Gai, dirigente del settore Lavori pubblici al Comune di Viterbo, si è espressa in tempi record: alla prima e unica seduta. Due le proposte da valutare: oltre a quella dei Fiorillo, quella del collettivo temporaneo di imprese "Santa Rosa" composto da sei aziende: la Edil service di Canepina, capofila, As eventi, Autotrasporti Tuscia, Biv, Lattonerie Omav e Ram srl. Il raggruppamento ha ottenuto 38,4 punti, rimanendo parecchio indietro rispetto alla ditta vincitrice.

Con la loro proposta i Fiorillo hanno fatto en plein, convincendo sotto tutti i punti di vista. A partire dai tempi di costruzione che non dovrebbero superare i 150 giorni. Senza trascurare, ovviamente, quelli economici: il bando stesso, infatti, si fondava sull'offerta economica più vantaggiosa. E poi, come detto, c'è la non trascurabile esperienza che la ditta può ormai vantare nella costruzione di macchine di santa Rosa.

Da Belgrado, dove si trova per la promozione della mostra Macchine di pace, il presidente del Sodalizio dei facchini Massimo Mecarini commenta: "Esprimo grande soddisfazione per l'esito della gara che ha visto vincere con consistente vantaggio gli amici Vincenzo e Mirko Fiorillo. Si consolida una tradizione e allo stesso tempo una sicurezza per la costruzione della nuova macchina, che dà coraggio e fiducia a tutti, in particolare al Sodalizio. Buon lavoro ai nostri amici con la certezza che marceremo tutti nella stessa direzione per donare ai nostri concittadini, alla nostra città e soprattutto alla nostra patrona una festa sempre più bella".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova macchina di santa Rosa, i Fiorillo fanno 100: saranno loro a costruire Dies natalis

ViterboToday è in caricamento