IL FATTO / Centro Storico / Viale Raniero Capocci

Il Comune "baratta" un impianto fotovoltaico con una pensilina smart e una pompa di calore

La giunta Frontini ha approvato le due opere compensative proposte dalla società energetica che realizzerà l'impianto a Castel d'Asso

Una pensilina e una pompa di calore in cambio di un impianto fotovoltaico. Questo è il “baratto” tra l’amministrazione Frontini e la Demetra energie srl, azienda con sede a Viterbo attiva nel settore delle rinnovabili. La ditta costruirà un impianto di pannelli solari della potenza di 0,993720 MWp su 1,91 ettari in località Palombara e, come compensazione, ha proposto di realizzare due opere che, secondo palazzo dei Priori, saranno utili alla collettività.

Stando alla deliberazione della giunta Arena, la numero 47 del 15 febbraio 2021, è stato stabilito che “nelle more della definizione di eventuali e conseguenti regolamenti, le misure compensative dovranno prevedere la realizzazione di opere pubbliche ascrivibili agli ambiti d’intervento dell’efficientamento energetico e degli interventi per l’adeguamento e la messa in sicurezza di scuole, edifici pubblici, patrimonio comunale e per l’abbattimento delle barriere architettoniche”. Difatti, la giunta Frontini ha accettato quanto avanzato dalla Demetra energie. Le due opere che l’azienda realizzerà sono una pensilina di ultima generazione e una pompa di calore da installare in una scuola. 

Dove sarà installata la pensilina smart-2

La pensilina sarà posizionata in viale Raniero Capocci, dove oggi c’è una fermata degli autobus piuttosto frequentata da studenti e pendolari. Si tratta di una tipologia di pensilina “smart” realizzata da un’azienda specializzata. È composta da montanti in tubolare di acciaio a sezione circolare, collegati da traverse orizzontali in tubulare a sezione rettangolare dove sono inseriti vetri di protezione. “La copertura - spiega la descrizione - è sorretta da una struttura in acciaio che comprende illuminazione a led e pannello fotovoltaico. La panca contiene un vano per l'inserimento della batteria e della centralina di controllo, chiuso con chiave di sicurezza, studiati per garantire la durata dell'illuminazione per 4/5 giorni in caso di maltempo, con un funzionamento di 10 ore al giorno. È predisposta per inserire i pannelli laterali opzionali, composti da profili in acciaio e vetro di protezione. Include prese Usb per la ricarica dei dispositivi portatili”. 

Sempre l’azienda, infine, in cambio dell’impianto si occuperà della “fornitura e posa in opera di una pompa di calore da installare all'istituto comprensivo Pietro Vanni, plesso Alessandro Volta”.

Nuova pensilina smart di viale Raniero Capocci-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune "baratta" un impianto fotovoltaico con una pensilina smart e una pompa di calore
ViterboToday è in caricamento