Lunedì, 15 Luglio 2024
DA PALAZZO

Frontini aumenta lo stipendio della segretaria generale: oltre 7mila euro al mese (più la tredicesima)

Il sindaco ha dato mandato agli uffici di procedere all'aumento del compenso spettante a Noemi Spagna Musso

Chiara Frontini ha dato luce verde alla proposta d’aumento dello stipendio del segretario generale del Comune. La prima cittadina ha ratificato il provvedimento il 17 giugno scorso con un apposito decreto sindacale, nel quale, oltre a tutte le cifre, sono contenute anche le motivazioni che hanno portato alla decisione.

Il segretario generale comunale è Noemi Spagna Musso, nominata lo scorso 20 maggio dopo che la sua predecessora, Annalisa Puopolo, si è trasferita a Torino. Appena quattro giorni più tardi, con un altro decreto sindacale, Frontini l'ha nominata il 24 maggio come responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza del Comune di Viterbo. Infine, il 30 maggio, con un altro decreto, il sindaco le ha affidato la direzione dei servizi di segretariato generale, segreteria generale e assistenza organi istituzionali, controlli interni, anticorruzione e trasparenza, contratti e staff del sindaco, con decorrenza dal primo giugno 2024. Tutte nomine che si sono rivelate poi utili a generare l’aumento dello stipendio, che subirà un incremento di oltre 18mila euro lordi annui per 13 mensilità.

L’articolo 41 del Ccnl Segretari comunali e provinciali, difatti, prevede che gli enti, nell’ambito delle risorse disponibili e nel rispetto della capacità di spesa, possono corrispondere al segretario una maggiorazione della retribuzione di posizione e che le condizioni, i criteri e i parametri di riferimento per definire le predette maggiorazioni sono individuati in sede di contrattazione decentrata integrativa nazionale. Inoltre, lo stesso articolo del contratto collettivo precisa che la retribuzione di posizione del segretario generale non può essere inferiore a quella stabilita per la funzione dirigenziale più elevata nell’ente. La maggiorazione varia in base alla valutazione di specifiche condizioni soggettive e oggettive, necessarie per il riconoscimento, da un minimo del 10% a un massimo del 50%. Spagna Musso beneficerà della seconda, la più alta.

Frontini ha messo per iscritto le motivazioni che l’hanno indotta ad approvare l’aumento dello stipendio: “Ricorrono le condizioni oggettive e soggettive richieste dall’accordo decentrato per la maggiorazione della retribuzione di posizione del segretario generale”. Tra queste: “Elevata complessità organizzativa e funzionale dell’ente; elevato grado di indipendenza, di autonomia strategica e di rappresentanza dell’ente; presenza di particolari uffici; elevata assistenza giuridico-amministrativa mediante consulenza fornita ai dirigenti e ai responsabili dei servizi; elevata complessità e rilevanza dell’attività rogatoria; partecipazione alle sedute di organi diversi dalla giunta e dal consiglio (riunioni della conferenza dei capigruppo e, qualora richiesta, delle commissioni consiliari); attribuzione di funzioni aggiuntive da parte dal capo dell’amministrazione e dai regolamenti, quali funzioni gestionali relative ai servizi assegnati precedentemente”. 

Frontini ha valutato singolarmente ogni voce, sia quelle oggettive che quelle soggettive, e ha stabilito che i risultati - a quanto pare ottimi - conseguiti da Spagna Musso fossero meritevoli dell’aumento del 50%. Dunque, dal 17 giugno, la segretaria comunale percepisce uno stipendio tabellare di 3mila 481,60 euro per 13 mensilità, una retribuzione di posizione di 3mila 998,15 euro per 13 mensilità (2mila 607,69 euro base più 1390,46 euro di maggiorazione) e una retribuzione di risultato pari al 10% totale voci precedenti a seguito di valutazione annuale. In totale, 7mila 479,75 euro lordi al mese più la tredicesima e il bonus legato alla valutazione annuale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frontini aumenta lo stipendio della segretaria generale: oltre 7mila euro al mese (più la tredicesima)
ViterboToday è in caricamento