rotate-mobile
Mercoledì, 12 Giugno 2024
GIRONATA DEL TRICOLORE

Giornata del Tricolore | Viterbo celebra i 227 anni della bandiera simbolo di storia, unità e patriottismo

La sindaca Chiara Frontini: "Nei momenti difficili che l’Italia ha trascorso recentemente a causa della pandemia, vedere numerosi tricolori sventolare esposti alle finestre ha rinnovato l’emozione e il senso di coesione e di unità"

A Viterbo come in tutta Italia oggi si celebra la Giornata del Tricolore. Simbolo di unione, appartenenza, patriottismo, il tricolore italiano fu adottato ufficialmente dalla nazione il 7 gennaio 1797, anche se la sua storia e le sue trasformazioni vanno di pari passo con la storia moderna della Nazione.

Cosa ha detto Chiara Frontini

"Oggi è una giornata celebrativa nazionale, la giornata della Bandiera o Giornata del Tricolore: la Bandiera italiana compie 227 anni. La giornata è finalizzata a ricordare la nascita della bandiera d’Italia avvenuta il 7 gennaio 1797 a Reggio Emilia, dove venne approvata per la prima volta l’adozione del Tricolore da parte di uno stato italiano sovrano, la Repubblica Cispadana - ha dichiarato la sindaca di Viterbo - Intorno al Tricolore, quale simbolo che incarna la storia, l’unione e l’identità del nostro Paese, gli italiani da sempre si sono riconosciuti e hanno lottato per il raggiungimento della democrazia e della libertà, che ancora oggi difendono con acceso spirito di servizio e amor di patria. Nei momenti difficili che l’Italia ha trascorso recentemente a causa della pandemia, il vedere numerosi tricolori sventolare esposti alle finestre ha rinnovato l’emozione necessaria a mantenere vivo quel senso di coesione e di unità determinanti al superamento di ogni difficoltà ed emergenza. E la città di Viterbo con i suoi concittadini tutti, alzando gli occhi con commozione e rispetto alla bandiera nazionale issata perennemente sui propri edifici istituzionali e ai suoi colori che rappresentano la speranza (verde), la fede (bianco) e l’amore (rosso), guarda con fiducia e speranza a un futuro di pace e solidarietà."

La storia del tricolore

I tre colori nazionali italiani comparvero per la prima volta a Genova il 21 agosto 1789 sulla coccarda italiana tricolore. L'11 ottobre 1796 furono utilizzati per la prima volta a Milano su uno stendardo militare, ma fu solo il 7 gennaio 1797 a Reggio Emilia, per la prima volta, che il Tricolore venne adottato ufficialmente dallo Stato italiano sovrano. A suggerire l'adozione di una bandiera verde, bianca e rossa fu Giuseppe Compagnoni, ricordato oggi come il "Padre del Tricolore". La nostra amata bandiera non è sempre stata però come la conosciamo oggi: inizialmente infatti la bandiera della Repubblica Cispadana era a bande orizzontali con il rosso in alto, il bianco al centro e il verde in basso. Fu solo quando la Repubblica Cispana e Transapadana si fusero che la bandiera divenne un tricolore a bande verticali senza stemmi, emblemi o lettere ( maggio 1978). 

Il riconoscimento del tricolore fu decretato il 12 giugno 1946,dal Presidente del Consiglio, con un decreto legislativo nel quale si adottava ufficialmente il Tricolore come bandiera nazionale della neonata Repubblica Italiana. La decisione fu ratificata il 24 marzo 1947 dall'Assemblea Costituente e blindata con l'articolo 12 della Costituzione della Repubblica Italiana, del seguente testo: "La bandiera della Repubblica è il tricolore italiano: verde, bianco e rosso, a tre bande verticali di eguali dimensioni".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata del Tricolore | Viterbo celebra i 227 anni della bandiera simbolo di storia, unità e patriottismo

ViterboToday è in caricamento