Domenica, 14 Luglio 2024
STAGIONE CONCERTISTICA

Ultimi appuntamenti della rassegna “I Bemolli sono Blu": tutte le date

E per finire in bellezza la straordinaria rassegna concertistica i concerti in cartellone dedicati al “viaggio” di illustrissimi compositori

La settima edizione del Festival “I Bemolli sono Blu-Viterbo in Musica” (16 settembre-5 novembre 2023), dopo gli apprezzamenti, i successi e gli applausi a scena aperta da parte del pubblico, si avvia con passo deciso verso il suo meritato traguardo. E per finire in bellezza la straordinaria rassegna concertistica il direttore artistico Sandro De Palma ricorda, per il primo lungo weekend di novembre, gli ultimi concerti in cartellone dedicati al “viaggio” di illustrissimi compositori.

Duo Giavazzi-Mezzena - foto(1)

- Giovedì 2 novembre, alle ore 18, alla chiesa di San Silvestro, siederà al grancoda Fazioli il celebre pianista Claudio Curti Gialdino, docente di Pianoforte Principale presso il Conservatorio S. Cecilia di Roma. Come solista si è esibito in numerose città italiane ed estere. Tra le sue esibizioni più recenti il Festival Spinacorona Napoli 2021, registrazione Rai5 in onda 18/22 Ottobre 2021 (Ottava Sinfonia Beethoven-Liszt), Maratona Beethoven (Gennaio 2022) Pordenone Teatro Verdi; Foligno per Amici della Musica, Auditorium San Domenico 2020. Per la serata del Festival porta il programma dal titolo “Liszt, il viandante”: da “Années de Pèlerinage”: Première Année-Suisse, Au lac de Wallenstadt, Pastorale, Vallée d’Obermann - Da “Années de Pèlerinage”: Deuxième Année-Italie, Sonetto 47 del Petrarca, Sonetto 104 del Petrarca, Sonetto 123 del Petrarca - Da “Années de Pèlerinage”: Troisième Année, Les Jeux d’eaux à la Villa d’Este, Les cloches de Genève (Nocturne), Chapelle de Guillaume Tell.

Claudio Curti Gialdino - foto

Venerdì 3 novembre, ore 18, alla chiesa di San Silvestro, con il programma “Viaggi tra culture diverse” sono di scena due eccelsi musicisti, Franco Mezzena (violino) e Stefano Giavazzi (pianoforte) che faranno ascoltare alcune musiche di Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791) Sonata K 454 in si bemolle maggiore, Largo. Allegro, Andante, Rondò. Allegretto; Erwin Schulhoff (1894-1942) Sonata per violino e pianoforte op. 7 Allegro impetuoso,Andante,Burlesca,Finale; Ernest Bloch (1880-1959) Baal Shem. Tre quadri di vita Cassidica,Vidui (Pentimento), Nigun (Improvvisazione), Simchas Torah (Esultanza).

Franco Mezzena, violino - Nato a Trento, ha studiato con Salvatore Accardo sotto la cui guida si è diplomato con il massimo dei voti e la lode e quindi perfezionato per alcuni anni presso l’Accademia Chigiana di Siena e la Hochschule di Freiburg (Germania).La sua attività come solista e in varie formazioni da camera, lo vede presente nei più importanti teatri ed ospite nei principali festivals di tutta Europa, Giappone, Stati Uniti, Centro e Sud America. E’ Direttore Artistico dell’Orchestra da Camera di Lecce e del Salento e dell’Accademia Musicale “Bruno Mezzena” di Supersano (LE). E’ inoltre Direttore Artistico dell’etichetta discografica Luna Rossa Classic. Tiene un Corso Annuale di perfezionamento di Violino e Musica da Camera presso l?Accademia “AriadiMusica”di Roma di cui è Vicepresidente. E’ proprietario con Gianni Maria Ferrini dell’etichetta discografica ARIA Records che ha sede a Roma.

Stefano Giavazzi- illustre pianista mantovano, ha ottenuto numerosi premi in concorsi pianistici. Si è perfezionato con Jean Micault, Gyorgy Sandor, Joaquin Achucarro, Boris Bloch, Massimiliano Damerini, Sergio Perticaroli, e con Norbert Brainin e il Trio di Trieste per la musica da camera. Si è esibito per numerosi enti concertistici in Italia e in Spagna, Grecia. Germania, Francia, Polonia, Slovenia. Vanta collaborazioni cameristiche con grandi artisti di fama internazionale. Ha effettuato registrazioni radiofoniche per Radio3 e per la Radio Slovena. Nel 2010/2011 è stato membro della Commissione Musica presso il Ministero dei Beni Culturali sezione Spettacolo dal vivo.Insegna presso il Conservatorio di Musica di Mantova. Fin dalla sua fondazione, nel 1995, è direttore artistico della Società della Musica di Mantova.

- Sabato 4 novembre, alle ore 18, la chiesa di San Silvestro apre le porte al Trio Quodlibet composto da Virginia Luca (viola), Vittorio Sebeglia (violino) e Fabio Fausone (violoncello) che presentano il programma dal titolo “Un esule a New York” con musiche di Ludwig van Beethoven (1770-1827) Serenata n. 2 in re maggiore op. 8,Marcia: Allegro. Adagio, Minuetto: Allegretto, Adagio,Allegretto alla Polacca,Tema con variazioni: Andante quasi Allegretto. Marcia - Ernő Dohnányi (1877-1960)Serenata in do maggiore op. 10 Marcia, Romanza, Scherzo,Tema con variazioni, Rondò.

Trio Quodlibet, archi - Attualmente il Trio Quodlibet si esibisce in rassegne e festival musicali di alto livello nazionale ed internazionale. “Il Re Maggiore” e “Goldberg Variationen BWV988” sono i loro progetti discografici pubblicati da DaVinci Publishing e SMC Records; nel 2023/24 prenderà vita l’integrale dei trii di Ludwig van Beethoven dopo la loro esecuzione in diretta radio per RAIRadio3 La Stanza della Musica nel 2019.Sempre per RAIRadio3 si sono esibiti in diretta per due appuntamenti de “I Concerti del Quirinale” e per “Lezioni di Musica” Materadio insieme a Giovanni Bietti. Per le loro doti musicali sono stati il primo trio d’archi ad essere selezionato all’interno del progetto internazionale “Le Dimore del Quartetto”, grazie al quale si esibiscono regolarmente in concerto per l’Associazione Dimore Storiche Italiane ed il Comitato Amur in Musica con Vista.

- Domenica 5 novembre, alle ore 18, alla chiesa di San Silvestro va in scena l'ultimo concerto del Festival con il programma “Viaggiatori italiani in Europa”. Protagonisti assoluti Tiril Holand e Alessandro Guaitolini, violoncelli, e Roma Tre Orchestra Ensemble, archi, con le musiche di Luigi Boccherini (1743-1805) Sonata n. 2 in do maggiore G 6 per due violoncelli, Allegro,Largo assai,Allegro moderato - Antonio Vivaldi (1678-1741)Sonata n. 5 in mi minore op. 14 RV 40 per due violoncelli, Largo, Allegro, Largo, Allegro; Concerto in sol minore per due violoncelli, archi e basso continuo RV 531 Allegro,Largo, Allegro - Luigi Boccherini (1743-1805)Concerto n. 9 in si bemolle maggiore per violoncello e orchestra, G 482, Allegro moderato,Andantino grazioso,Rondò. Allegro.

Alessandro Guaitolini, violoncello. Ha iniziato lo studio del violoncello all'età di 11 anni. Si è diplomato al Conservatorio di Santa Cecilia a Roma e ha partecipato a importanti produzioni orchestrali con direttori come Riccardo Muti, James Conlon e Fabio Luisi presso l’Orchestra Cherubini e l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino. Nel 2023 è dichiarato idoneo all’audizione per il ruolo di violoncello di fila presso l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di

Santa Cecilia di Roma. Laureato in scienze politiche presso l’Università Roma Tre, attualmente ricopre l’incarico di segretario artistico presso l’Associazione Roma Tre Orchestra.

Tiril Holand, violoncello - Ha iniziato a suonare il violoncello all'età di 7 anni in una piccola città norvegese chiamata Mosjøen. Durante gli anni dell'adolescenza, ha affrontato diversi incarichi solistici con orchestre, eseguendo brani come il concerto per violoncello in mi minore di Elgar e il concerto per violoncello in re maggiore di Haydn. In questo periodo, ha ottenuto numerosi premi, tra cui il prestigioso premio norvegese per giovani talenti noto come il “Drømmestipende”; (“La Borsa dei Sogni”). In tempi recenti, ha proseguito i suoi studi musicali al NTNU di Trondheim, laureandosi con lode. Durante questa formazione e negli ultimi tempi, si è anche impegnata in progetti con orchestre come Trondheim Soloists, l'Orchestra Sinfonica di Trondheim e la Filarmonica Artica.

Roma tre orchestra ensemle, archi - Roma Tre Orchestra, fondata nel 2005, è la prima orchestra universitaria nata a Roma e nel Lazio,orientata all’impegno e all’eccellenza, volta alla diffusione della grande musica soprattutto tra le nuove generazioni. Da anni collabora con solisti di livello internazionale. Dal 2013 al 2017 direttore musicale dell’orchestra è stato Luigi Piovano, primo violoncello dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia. Dal 2022 è in essere una collaborazione con INPS tramite il protocollo “IN musica Per il Sociale”; che ha portato alla realizzazione di decine di eventi in partenariato in diversi sedi dell'Istituto in Italia (Palazzo Wedekind e Convitto Vittorio Locchi a Roma, Palazzo D'Aquino Caramanico a Napoli, Conservatorio Tartini di Trieste, Conservatorio di Matera).Roma Tre Orchestra è stata ammessa dal Ministero dei Beni Culturali ai benefici per lo spettacolo dal vivo per l’annualità 2014 e di nuovo dal 2021; è sovvenzionata dal Fondo Unico dello Spettacolo della Regione Lazio ed è socio delle principali associazioni nazionali di categoria operanti nell’ambito della musica e dello spettacolo dal vivo. A partire dall’a.a. 2010/2011, realizza un Laboratorio di linguaggio musicale dedicato principalmente agli studenti iscritti ai corsi di laurea in Scienze della comunicazione e Filosofia dell’Università Roma Tre.

La rassegna “I Bemolli sono blu -Viterbo in Musica 2023” ideata e promossa dall’Associazione Musicale Muzio Clementi, ha il sostegno del Fondo Unico per lo Spettacolo del Ministero della Cultura, del Comune di Viterbo, della Fondazione Carivit, l'appoggio dell'Ucsi di Viterbo (Unione Cattolica Stampa Italiana) e si svolge in collaborazione con il Touring Club Italia sezione di Viterbo, l'Università degli Studi della Tuscia, il Conservatorio Santa Cecilia di Roma, l'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme, Carramusa Group, Associazione Amici di Bagnaia, Abbazia Cistercense di S. Martino al Cimino-Parrocchia di S. Martino Vescovo, Parrocchia S. Maria della Verità, Bruno Fini fotoreporter, Rai-Radio3 Classica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ultimi appuntamenti della rassegna “I Bemolli sono Blu": tutte le date
ViterboToday è in caricamento