rotate-mobile
Martedì, 27 Febbraio 2024
LA STORIA / Centro Storico / Viale Raniero Capocci

In calesse dalla Francia per andare dal Papa, coppia di survivalisti a spasso con gli asini per la città

Il lungo viaggio di due youtuber, partiti dalla Francia per incontrare Bergoglio, è passato anche per Viterbo: chi sono e perché lo fanno

Ieri pomeriggio, tra le 17 e le 18, per le strade della città è stato avvistato un calesse trainato da due asini fare il giro delle mura. Alcuni automobilisti hanno girato video e scattato foto al particolare mezzo, anche perché, occupando la carreggiata, aveva praticamente bloccato il traffico prima in viale Capocci e poi a porta Romana. Non si trattava, infatti, di un nuovo servizio dedicato ai turisti. A bordo della carrozza viaggiavano due ragazzi che indossavano abiti d’altri tempi. Qualcuno ha anche pensato si trattasse di due travestimenti in occasione di Halloween, ma così non era. L’inusuale coppia, lui moro e barbuto e lei bionda, è passata nella Tuscia per ben altri motivi.

Celeste e Charlotte, questi i loro nomi, hanno fatto tappa a Viterbo per il loro viaggio. Non un viaggio d’amore, bensì di fede. Perché i due vogliono incontrare il papa a Roma, ed è lì che si stanno dirigendo con i due asinelli, Cyndel e Balthazar, e il loro cane Taiga. Oltre a indossare vestiti d’epoca, i ragazzi non hanno con loro oggetti tecnologici ma solo uno smartphone, con il quale riprendono la giornata. I video sono fondamentali, visto che servono per i contenuti di Bunker Sauvage, il loro canale Youtube, che rappresenta la loro unica fonte di guadagno. Non parlano italiano, solo francese. Dal cuore del paese transalpino è partita la lunga gita alla volta della Capitale, che li ha obbligati a passare anche dalla città dei Papi. Non si sa se Charlotte e Celeste siano al corrente della storia viterbese ma, di certo, qualora dovessero sapere che proprio nel capoluogo della Tuscia si è svolto il primo conclave della chiesa, il loro interesse verso la città potrebbe aumentare.

Charlotte e celeste a viale Raniero Capocci-2

I due giovani francesi sono dei survivalisti, come rivela il loro stesso canale, definito “Vlogs d’un Survivaliste”. In poche parole praticano il survivalismo, ossia si preparano attivamente per le emergenze, future o eventuali, comprese possibili interruzioni o profondi mutamenti dell'ordine sociale o politico, su scale che vanno dal locale a quella internazionale. Nei video, infatti, sia Celeste che Carlotte raccontano come vivere sostanzialmente da nomadi senza ricorrere ad alcuno strumento tecnologico. Spesso si accampano con il calesse per dormire, oppure vanno a procacciarsi cibo soprattutto vegetale. Altre volte, invece, pernottano in hotel e mangiano nei ristoranti locali. Visto l’orario del loro passaggio a Viterbo, è probabile che abbiano cenato ieri sera in un qualche locale della città.

Charlotte e Celeste in calesse-2

Come detto, sono partiti dalla Francia per incontrare il papa. Questo perché entrambi credono fortemente in Dio e l’idea del viaggio è nata proprio per fare un’esperienza in qualche modo spirituale. In un video pubblicato ieri, Celeste ha spiegato il suo personale rapporto con Dio e quel che pensa dell’istituzione ecclesiastica in generale. Per raggiungere il Vaticano e Bergoglio, i due sono passati per la via Francigena, luogo cult tra i pellegrini di tutto il mondo. Il sentiero, che attraversa Viterbo e buona parte della provincia, conduce fino a Roma e, in particolare tra i credenti, è uno degli itinerari più gettonati visto che inizia da Canterbury ed è, dopo quello di Santiago, il cammino culturale e religioso più importante. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In calesse dalla Francia per andare dal Papa, coppia di survivalisti a spasso con gli asini per la città

ViterboToday è in caricamento