rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
SINDACATI

Polizia penitenziaria: "Indennità di missione 2023 non pagate, pronte le procedure per violazione contrattuale"

Massimo Costantino, segretario della Fns Cisl Lazio: "Stiamo valutando anche il ricorso per il pignoramento dei vari capitolati delle amministrazioni interessate"

Gli agenti della polizia penitenziaria del Lazio non solo alle prese con il sovraffollamento nelle carceri e la carenza di personale. "Oltre a queste situazioni, che già rendono le condizioni lavorative molto difficoltose, segnaliamo - riporta il segretario della Fns Cisl Lazio Massimo Costantino - la carenza di fondi nel pertinente capitolo di spesa e, pertanto, non è possibile garantite la copertura totale dell'indennità di missione dell'anno 2023".

Ciò vale sia per il dipartimento Giustizia minorile e di comunità che quello per adulti dell'Amministrazione penitenziaria. "Addirittura - evidenzia Costantino -, solo per fare alcuni esempi, non risultano pagate missioni da aprile 2023 per il Nucleo provinciale traduzioni di Frosinone e da ottobre 2023 per il Nucleo cittadino traduzioni di Roma. Ma la situazione si ripete nei vari nuclei traduzioni locali, da Viterbo a Velletri".

Costantino fa sapere che "la Fns Cisl Lazio, in caso di persistente non pagamento delle spettanze da parte degli uffici preposti a cui sono state inviate in questi giorni varie note, si vedrà costretta ad attivare le procedure per violazione contrattuale oltre a valutare ricorso per il pignoramento dei vari capitolati delle amministrazioni interessate".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polizia penitenziaria: "Indennità di missione 2023 non pagate, pronte le procedure per violazione contrattuale"

ViterboToday è in caricamento