rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
IL CASO / Centro Storico

Lasciano i sacchi della spazzatura di fronte alle case di altri residenti: raccolta porta a porta in centro ancora nel mirino

L’ultima moda in centro: buttare i propri rifiuti davanti alle case di altra gente, che così rischia la multa

La raccolta porta a porta è di nuovo nel mirino delle critiche. Dopo le polemiche sull’effettivo funzionamento del modello, adottato dal Comune per il centro storico, emergono fatti incresciosi e deprecabili. Stando alle diverse segnalazioni pervenute a ViterboToday da alcuni cittadini, nella zona di porta Fiorentina si starebbe verificando un fenomeno d’inciviltà dilagante: “Per la quarta volta in una settimana - racconta un abitante di una via tra piazza della Rocca e san Faustino - mi sono trovato davanti al portone di casa mia un sacco contenente rifiuti non prodotti da me”. Qualcuno, in sostanza, avrebbe abbandonato la propria immondizia di fronte all’abitazione di un’altra persona. 

“Non è la prima volta che accade e non è capitato solo a me. Purtroppo - spiega il residente - questa situazione crea notevoli disagi perché gli operatori ecologici, la mattina, non raccolgono il sacco (contenente rifiuti di vario genere, compresi pannolini sporchi) e quindi la spazzatura rimane dove si trova per diverse ore, emanando un tanfo che disturba tutti gli abitanti. Le segnalazioni non servono a molto, perché capita che l’immondizia rimanga sul posto per diversi giorni. A questo punto stiamo valutando la possibilità di poter installare delle telecamere per “pizzicare” l’incivile autore di questi gesti”.

Non è ovviamente possibile risalire all’identità della persona o delle persone che operano questa condotta esecrabile, ma il sentiment è chiaro:  “L’unica spiegazione è che si tratti di qualcuno che non ha un contratto d’affitto in regola, oppure di persone che non hanno ancora la residenza. Altrimenti non ci sarebbe il bisogno di portare la propria immondizia di fronte a casa di altri per farla portar via o per fargli beccare la multa. Per le abitazioni regolari, il camion passa e raccoglie. Da sempre”.  

Una situazione che, secondo alcuni, sarebbe imputabile proprio al sistema di raccolta porta a porta. Letizia Chiatti, ex presidente del Consiglio comunale passata all’opposizione, dove oggi riveste il ruolo di capogruppo del gruppo misto, ha più volte affermato: "Il porta a porta è fallito e superato da tempo ma ci siamo, non io, rifiutati di prenderne atto". Il riferimento, chiaramente, è agli ex colleghi di maggioranza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lasciano i sacchi della spazzatura di fronte alle case di altri residenti: raccolta porta a porta in centro ancora nel mirino

ViterboToday è in caricamento