Domenica, 14 Luglio 2024
TRASPORTI

Chiude la Cesano - Viterbo: Rfi, Regione e Comuni studiano un piano per minimizzare i disagi

La prossima estate stop ai treni della Fl3 per realizzare interventi di potenziamento tecnologico

Dopo le indiscrezioni è arrivata la conferma: questa estate la linea Fl3 Attigliano-Viterbo-Cesano viaggerà in formato ridotto. Dall’11 giugno al 10 settembre verrà interdetta, infatti, la tratta Cesano – Viterbo per interventi di potenziamento tecnologico. Una notizia che si era diffusa nei giorni scorsi grazie all'Osservatorio regionale trasporti e confermata, poi, da Rfi.

Potenziamento della linea

Al netto dei disagi, quello che si farà sulla linea Fl3 servirà ad aumentare la frequenza dei treni lungo la tratta. I lavori consentiranno di attivare la tecnologia Ertms (European rail transport management system), il più evoluto sistema per la supervisione e il controllo del distanziamento dei treni, lo stesso adottato sulle linee alta velocità, in coerenza con l'obiettivo di Rfi di installare la tecnologia su tutti i 16mila 800 chilometri di rete entro il 2036. I benefici del sistema Ertms riguardano il miglioramento delle prestazioni in termini di regolarità/puntualità e l'incremento degli standard di sicurezza. In estrema sinstesi, questo sistemo permetterà di avere minori distanze tra i treni in movimento e, di conseguenza, aumentare la frequenza delle corse. 

Raddoppio

Verranno effettuati anche interventi di potenziamento sulle infrastrutture. È stata infatti confermata la realizzazione del raddoppio della tratta Cesano – Vigna di Valle e Vigna di Valle – Bracciano, presente anche nel contratto di programma sottoscritto tra il Mit e Rfi.

Chiusura

Per rendere possibili i lavori, però, sarà necessario chiudere tutta la tratta che viaggia da Cesano a Viterbo. Un duro colpo per i pendolari che dal capoluogo viterbese devono recarsi a Roma e viceversa. Con la Roma nord - Viterbo in pessime condizioni, giudicata ancora una volta come la peggiore ferrovia d'Italia insieme alla Metromare nel report “Pendolaria 2024” di Legambiente, la prossima estate sarà una vera impresa muoversi tra le due città. Come detto, i treni smetteranno di viaggiare dall'11 giugno al 10 settembre prossimo. La scelta del periodo di interruzione, ha comunicato Rfi, "è ricaduta sul periodo dell'anno che mostra un minor traffico pendolare perché coincidente con la chiusura dell'anno scolastico del periodo estivo".

Rinnovo tecnologico

Tale investimento interessa 16 chilometri dei circa 100 chilometri di linea esistenti sull'intero collegamento Cesano di Roma – Viterbo Porta Fiorentina – Attigliano. Prima si farà l'upgrade tecnologico, poi si procederà con il raddoppio dei binari. L'upgrade tecnologico su binario esistente rappresenta quindi una prima configurazione di regime da estendere non solo sul futuro binario affiancato di raddoppio ma anche sull'intero nodo di Roma. Contestualmente all'intervento citato è in corso anche l'upgrading dell'infrastruttura alla tecnologia Ertms Hd sulla tratta Cesano di Roma – Roma Ostiense – Roma Tiburtina per estendere la nuova tecnologia anche sul nodo di Roma.

Disagi

Dopo un'estate 2023 tremenda per i pendolari che utilizzano i treni regionali, gli utenti si preparano a un'altra stagione di passione. Rfi, Regione Lazio, istituzioni locali e l'impresa ferroviaria hanno comunicato di stare "collaborando fin d'ora per una rete di mobilità sostitutiva che attenui e minimizzi gli inevitabili disagi". Problemi, quindi, ce ne saranno ed è inutile nasconderlo. Dovrebbero essere attivate bus navette ma difficilmente basteranno a coprire le mancanze.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiude la Cesano - Viterbo: Rfi, Regione e Comuni studiano un piano per minimizzare i disagi
ViterboToday è in caricamento