rotate-mobile
FORZE ARMATE

I Ludi sportivi dell'Aeronautica agli allievi marescialli del corso Fobos | FOTO

Il comandante della Smam Gianluca Spina al termine della manifestazione sportiva dedicata alla memoria dell'aviere scelto Giulia Incisa della Rocchetta "Alimenta spirito di corpo, sacrifico e lealtà"

Con la fatica e le emozioni della corsa campestre e con la cerimonia di premiazione presieduta dal comandante della Scuola marescialli dell'aeronautica militare e dell'aeroporto di Viterbo, Gianluca Spina, si sono conclusi i "Ludi sportivi 2024" intitolati alla memoria dell'aviere scelto Giulia Incisa della Rocchetta. Giovedì 9 maggio alla cerimonia erano presenti, tra gli altri, il comandante dei corsi Dario Ricci e Ottaviano Incisa della Rocchetta, padre dell'aviere scelto Giulia alla cui memoria i ludi sono intitolati.

Ai Ludi 2024, che si sono svolti dal 6 al 9 maggio, hanno partecipato i due corsi allievi marescialli dell'Aeronautica militare presenti in sede: il 25esimo Fobos II e il 26esimo Gladius II. Al termine di quattro giorni di gare, durante le quali l'aspetto agonistico è spesso andato a braccetto con momenti di puro divertimento, la competizione è stata nettamente appannaggio della formazione Fobos II che ha trionfato con 19 punti rispetto ai 12 degli avversari.

GALLERY | Ludi sportivi 2024 Aeronautica militare

Il 25esimo corso Fobos II si è aggiudicato la staffetta di atletica maschile, la partita di basket, quella di volley maschile, la campestre e la sommatoria delle prove individuali (addominali, 2mila metri di atletica, piegamenti e 50 stile libero di nuoto). Il 26esimo corso Gladius II ha, invece, trionfato nella staffetta di atletica femminile, nel volley femminile e in entrambe le staffette di nuoto, sia maschile che femminile.

Nel suo intervento alla cerimonia di premiazione, propedeutico alla proclamazione del vincitore e alla chiusura dei Ludi, il colonnello Spina, nel ringraziare Incisa della Rocchetta per la sua presenza, ha ricordato la figura di Giulia. Poi si è rivolto agli allievi: "Quella dei ludi è una settimana particolare qui alla scuola. Una settimana in cui si tralasciano le formalità canoniche degli istituti di formazione ma si conserva, e anzi si alimenta, lo spirito di corpo, il sacrifico, la lealtà nella competizione fra allievi e fra i corsi per portare in alto i propri colori e i propri valori. È una settimana particolare che, ne sono certo, vi ricorderete anche negli anni futuri. Indipendentemente dal risultato quello che è bello in queste giornate è lo spirito con il quale si è affronta la prova. Infatti si lotta fino alla fine dando tutto se stessi per cercare di andare avanti e vincere. Quando ci si impegna nello sport non si perde mai. Non è la vittoria fine a se stessa che conta ma sono quei valori che lo sport diffonde e che lo rendono un cardine dell'attività formativa di ogni militare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I Ludi sportivi dell'Aeronautica agli allievi marescialli del corso Fobos | FOTO

ViterboToday è in caricamento