rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Attualità

Giorno dei morti, il vescovo Piazza ricorda "i bambini vittime delle guerre"

Messa nella chiesa del cimitero di San Lazzaro, poi la benedizione ai defunti della città: "Nessuno è pronto alla morte se non si affida al Signore"

"Nessuno è mai pronto alla morte, se non affidandosi e confidandosi al Signore". Il vescovo di Viterbo Orazio Francesco Piazza nell'omelia per il giorno dei defunti, con la messa celebrata nella chiesa di San Lazzaro nel cimitero vecchio della città.

"Vivere con il cuore nella beatitudine e nella speranza - è stato il monito di Piazza -, così le tante morti quotidiane diventeranno resurrezione. Dei nostri cari noi ricordiamo l'amore, la condivisione, la simpatia e la compassione. Nessuno è mai pronto alla morte, se non affidandosi e confidandosi al Signore".

FOTOCRONACA | La messa del vescovo nel giorno dei morti

Durante la celebrazione, alla presenza dei parroci della città, il vescovo ha invitato i presenti a "portare sull'altare i volti dei nostri cari. A ricomporre i volti delle persone che amiamo ma anche delle vittime di violenze e guerre".

Piazza, in particolare, ha ricordato "i bambini a cui viene negata la vita e che non possono sperimentarne la dolcezza perché strappata dalla violenza senza senso degli adulti".

Al termine della messa, la benedizione ai defunti del cimitero e alla cappella dei presbiteri viterbesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giorno dei morti, il vescovo Piazza ricorda "i bambini vittime delle guerre"

ViterboToday è in caricamento