Attualità

I militari della Scuola marescialli in farmacia per i bambini: "L'Aeronautica militare è anche questo"

Anche la Smam supporta l'iniziativa benefica della fondazione Rava organizzata in occasione della Giornata mondiale dei diritti dell'infanzia

L'Aeronautica militare ha partecipato e supporta l'iniziativa “In farmacia per i bambini”, organizzata in oltre 2mila 600 farmacie in tutta Italia dalla fondazione Francesca Rava nel periodo 17-24 novembre in occasione della Giornata mondiale dei diritti dell’infanzia.

Il personale della Scuola marescialli è stato presente venerdì 17 in alcune farmacie della provincia di Viterbo che hanno aderito all’iniziativa. A Montefiascone (frazione di Zepponami), Ronciglione, Vallerano, Corchiano, Fabrica di Roma e Vignanello, sensibilizzando la popolazione sui diritti dell’infanzia e promuovendo la donazione di farmaci, alimenti e prodotti sanitari per la cura dei minori in povertà sanitaria.

L’iniziativa della fondazione Rava continua fino al 24 novembre e pertanto sarà possibile donare fino a quella data rivolgendosi alle farmacie aderenti.

Per il comandante della Scuola marescialli, il colonnello pilota Gianluca Spina, “la partecipazione del personale all'iniziativa benefica testimonia il profilo etico e morale posseduto dagli uomini e dalle donne della forza armata ed è la dimostrazione tangibile che appartenere all’Aeronautica militare significa anche impegno sociale ed etico oltre che professionale". Un filo rosso, quello dell’impegno sociale, che unisce i quasi cento anni di storia dell’Aeronautica militare e che testimonia la passione, la tenacia e la competenza con la quale opera la forza armata anche su temi sociosanitari a beneficio della collettività.

L’Aeronautica militare è costantemente impegnata sul territorio nazionale in molteplici attività benefiche, svolte in collaborazione con altre organizzazioni locali e nazionali, a favore della collettività. Un esempio del continuo impegno nel sociale è l’iniziativa benefica “Un dono dal cielo per Airc”, promossa in collaborazione con l’Associazione nazionale arma aeronautica e che accompagna le attività legate alle celebrazioni per il centenario della forza armata per tutto il 2023. L’iniziativa benefica servirà a finanziare l’acquisto di sofisticate apparecchiature tecnologiche, necessarie per la ricerca delle cure contro il cancro, a favore dell’Istituto fondazione di oncologia molecolare (Ifom) di Airc.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I militari della Scuola marescialli in farmacia per i bambini: "L'Aeronautica militare è anche questo"
ViterboToday è in caricamento