rotate-mobile
L'ARTE DEL CIOCCOLATO

L'arte del cioccolato di Monia Achille approda al Sigep di Rimini

Due giorni di intenso lavoro per creare una pralina all'amarena, che potesse stupire e incantare

“Un’esperienza che rifarei subito”. Una dimostrazione da leccarsi i baffi. Non un modo di dire: è quello che è successo veramente sabato al Sigep di Rimini - l’appuntamento più importante al mondo in tema di gelato artigianale e arte del dolce durante la presentazione di Monia Achille, della Pasticceria Cioccolateria Isanti di Corchiano. Ha creato una pralina, l’ha fatta assaggiare al pubblico, ha incassato i meritati complimenti. Durante l’appuntamento alla Fiera di Rimini, nello spazio di Cna Agroalimentare nazionale, la campionessa di casa nostra nell’arte del cioccolato si è esibita alla ChocoArena.
Monia Achille rimini 2
Con il coordinamento del maestro Mirco della Vecchia, cioccolatiere che detiene più Guinness mondiali nel settore della pasticceria e della cioccolateria, Cna ha presentato i grandi maestri. Tra cui Monia Achille. “E’ andata molto bene – dice - sono rimasti tutti soddisfatti. Abbiamo creato questa pralina e fatto un bel lavoro con l’amarena Fabbri”. Erano presenti anche gli stessi vertici della Fabbri, con il loro tecnico pasticcere. “Abbiamo presentato le varie tecniche di preparazione della pralina – continua Monia Achille - incentrando il discorso sulla qualità dell’amarena e sui suoi vari utilizzi. Sono partita proprio dalla materia prima, l’amarena, creando poi la pralina intorno”. Ma siccome lei arriva dalla Tuscia viterbese, ce ne ha messa dentro un pezzetto.
Monia Achille rimini
“Volevo portare non solo quello che era il loro prodotto ma anche la nostra terra, la nocciola”. Detto, fatto. Ai presenti è stata quindi fatta assaggiare e poi commentare. Le reazioni? Il risultato, vista la preparazione di Monia e i suoi successi agli “International Chocolate Awards”, era prevedibile: “Sono stati tutti positivi, le persone erano contente”. Qualcuno ha detto che questa pralina creava dipendenza, altri che era la più buona che avessero mai mangiato tra quelle all’amarena. È piaciuta anche a Fabbri e al loro tecnico. Tanto delle 125 disponibili – comprese quelle create sul posto come dimostrazione – non ne è rimasta nessuna.
Monia Achille rimini 4
Monia Achille frequenta il Sigep da 20 anni, essendo il salone la massima espressione del settore. Lo scorso anno aveva anche preso parte in prima persona ma in un evento talk: quella di sabato scorso è stata la sua prima dimostrazione in pubblico in questo evento. Per creare la pralina sono stati necessari due giorni di studio del prodotto in laboratorio, poi il coordinamento con Mirco Della Vecchia per presentarlo al meglio. A Rimini ha avuto anche una soddisfazione personale. “Una signora, mia allieva al Gambero rosso qualche anno fa, è venuta al Sigep solo per vedermi”. Il tutto è durato circa 40 minuti, passati in maniera velocissima. “E’ stata un’esperienza emozionante, con una bella organizzazione e collaborazione, e un grande interesse intorno alla ChocoArena. E’ un’esperienza che rifarei subito. Poi siccome prendo molto a cuore le cose che faccio – conclude Monia Achille - sentivo anche la responsabilità di portare davanti al pubblico il nome della Cna”. A quanto dicono, se l’è cavata benissimo. E ci sono anche i complimenti di Alessio Gismondi, presidente della Cna di Viterbo e Civitavecchia: “Monia Achille – commenta - porta alta la bandiera delle imprese del territorio”.

© Riproduzione riservata

Redazione 23 gennaio 2023 12:16
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'arte del cioccolato di Monia Achille approda al Sigep di Rimini

ViterboToday è in caricamento