rotate-mobile
Attualità

Da Civita di Bagnoregio a palazzo dei Priori, i simboli della Tuscia si tingono di rosso contro la violenza sulle donne | FOTO

Illuminati monumenti e palazzi della cultura o delle istituzioni di Viterbo e provincia. Arancione, invece, il colore scelto da questura e carabinieri

I simboli della Tuscia si tingono di rosso contro la violenza sulle donne. Come nel resto dell'Italia e del mondo. Da Civita di Bagnoregio a palazzo dei Priori a Viterbo, illuminato di rosso proprio la sera della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne istituita nel 1999 dall'assemblea generale delle nazioni unite.

Palazzo dei Papi illuminato di rosso contro violenza sulle donne

Nel capoluogo ieri è toccato al teatro dell'Unione, in occasione dello spettacolo della compagnia Faul "Non una donna in più" diretto da Pina Luongo. Due iniziative volute dall'amministrazione comunale con "l'obiettivo - come sottolineato dall'assessore allo Sviluppo economico Silvio Franco - di accendere e tenere accesa una luce contro la violenza sulle donne".

Colorata di rosso da ieri sera anche la rupe di Civita di Bagnoregio. "Un piccolo gesto di solidarietà e supporto per ricordare le vittime e sensibilizzare tutti noi", spiega il sindaco Luca Profili. Lo stesso è avvenuto in altri comuni della provincia, dove sono stati illuminati di rosso monumenti, palazzi della cultura e delle istituzioni o semplicemente luoghi significativi delle varie cittadine.

Civita di Bagnoregio illuminata di rosso contro violenza sulle donne

Colorate, con lo stesso fine ma di arancione, gli uffici della questura di Viterbo e il comando provinciale dei carabinieri. L'iniziativa, internazionale, è "Orange the world", promossa da "Un women". Il colore arancione è stato scelto come simbolo di un futuro senza violenza basata sul genere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Civita di Bagnoregio a palazzo dei Priori, i simboli della Tuscia si tingono di rosso contro la violenza sulle donne | FOTO

ViterboToday è in caricamento