rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
CULTURA

I musei viterbesi volano: il biglietto unico integrato funziona, ma manca la comunicazione istituzionale

Nell'ultima parte del 2023 le strutture museali cittadine hanno incassato quasi 10mila euro

Viterbo mangia (anche) grazie alla cultura. Il più famoso dei luoghi comuni italici, nella città dei Papi, può diventare un fatto acclarato, anche se ci sono ancora diverse cose da perfezionare. I musei viterbesi, nell’ultima parte del 2023, hanno incassato circa 10mila euro tramite il biglietto unico integrato, il ticket che consente ai visitatori di ammirare le principali strutture del capoluogo come Palazzo dei Priori, il Museo Civico e il Teatro Unione. L’idea del biglietto unico, venuta alla luce grazie ad Archeoares, la società che gestisce i servizi museali, funziona eccome.

Dalla cifra complessiva - che si riferisce a novembre e dicembre 2023 - il Comune ha incassato una cifra vicina ai 6mila euro, dato che per il primo mese ha incassato 2896 euro e per il secondo 2960 euro. Soldi, questi, che costituiscono un’entrata pulita per le casse comunali. In attesa di capire a quanto ammonti globalmente il numero di turisti che hanno visitato le strutture museali, si puó dire preliminarmente che i dati per quanto concerne l’incasso sono buoni ed i riscontri positivi ci sono stati. Siamo in linea con le statistiche annue, considerando anche che l’amministrazione, grazie alle prestazioni offerte da Archeoares, incassa circa 60mila euro all’anno, vale a dire 5mila euro al mese di media. Il Comune, de facto, non contribuisce a spese di gestione ad eccezione di quelle per la manutenzione ordinaria, visto che si tratta di un servizio privatizzato al 100%. 

Tuttavia, qualche piccola pecca c’è. Ammesso e non concesso che si può sempre migliorare, per incrementare il numero di visitatori e, di riflesso, gli incassi, manca ancora una strategia di comunicazione istituzionale. Ad oggi, infatti, non è stata ancora progettata una promozione commerciale del settore culturale, che sarebbe senz’altro d’aiuto sotto il profilo dell’ampliamento dell’offerta e dei risultati. Anche nell’ultimo bilancio, il Comune ha deciso di non destinare fondi al marketing dei musei viterbesi ma, visto il trend, la giunta Frontini potrebbe anche cominciare a valutare l’idea.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I musei viterbesi volano: il biglietto unico integrato funziona, ma manca la comunicazione istituzionale

ViterboToday è in caricamento