rotate-mobile
Lunedì, 26 Febbraio 2024
TURISMO

LA CITTÀ CHE PIACE | I musei viterbesi fanno il pieno di turisti: 54mila visitatori dall'inizio dell'anno

Buoni risultati per i poli museali del capoluogo. E a dicembre si può fare di più grazie alle feste

Viterbo può essere davvero una città attrattiva dal punto di vista culturale? Può attirare turisti grazie ai suoi musei? Bisognerà attendere ancora qualche anno per capirlo, intanto il modello viterbese ottiene buoni risultati e si conferma ben collaudato. Secondo gli ultimi dati ufficiali, da gennaio a ottobre, i visitatori nei musei cittadini sono stati in tutto 54mila. Numeri pressappoco in linea con quelli degli anni precedenti, considerando che c’è ancora il Natale per migliorare lo score. 

Rispetto al 2022, per il momento, c’è un calo di circa 4mila visite ma, come detto, l’anno deve ancora finire e mancano i dati del periodo natalizio, generalmente convoglia in città un buon numero di turisti. Il sistema museale, quindi, è ben strutturato ed ormai solido, dato che gli incassi e le presenze registrano ogni anno un aumento costante. Merito dei ragazzi di Archeoaeres, che gestiscono i musei e garantiscono una certa continuità a livello organizzativo, oltre a mantenere standard qualitativi alti. Tuttavia, si può sempre far meglio.

Sicuramente l’immagine di Viterbo, un po’ per ragioni fisiologiche ed un po’ per volontà politica, è ancora fortemente incentrata solo su Santa Rosa, cosa che porta benefici nella settimana del 3 settembre ma non consente di crescere nel resto dei mesi. E il risultato dei musei per questo si rivela sorprendente: nonostante non siano stati preparati eventi in particolare, i biglietti sono stati comunque dati via a manciate. La mancanza di eventi, però, non permette di far approdare in città personaggi famosi come attori o volti televisivi, cosa che – negli anni passati – ha contribuito a far crescere la fama della parte prettamente culturale della città, quando anche diverse riviste specializzate elogiavano il modello made in Tuscia e molte persone interessate, compresi gli addetti ai lavori del mondo artistico e culturale, si fermavano di più nel capoluogo. In questa fase è proprio questo a mancare: il turismo di prossimità ha risposto concretamente, a diminuire leggermente sono i visitatori provenienti da fuori provincia e regione. 

Certamente bisognerà analizzare come sia cambiato recentemente il flusso turistico quest’anno, per analizzarne le cause e comprenderle. A fine anno si potranno tirare le somme, ora non è il momento. Ci sono ancora le festività natalizie da trascorrere, con le due settimane che vanno dal 26 dicembre fino al ponte della befana che, secondo le previsioni, dovrebbero generare un incremento notevole di numeri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

LA CITTÀ CHE PIACE | I musei viterbesi fanno il pieno di turisti: 54mila visitatori dall'inizio dell'anno

ViterboToday è in caricamento