rotate-mobile
Lunedì, 2 Ottobre 2023
Attualità

Viterbo pattumiera del Lazio, "no" unanime. Romoli: "Discarica sia a servizio solo della Tuscia, stop a rifiuti da altre province"

Consiglio provinciale e assemblea dei sindaci hanno approvato la mozione del Comune di Viterbo contro l'ampliamento. Frontini: "Abbiamo già fatto la nostra parte e non solo, ora basta"

Procedimento per la realizzazione dell'invaso Vt4 di discarica per rifiuti pericolosi in località Le Fornaci, a Monterazzano. Questa mattina l'approvazione unanime della mozione inviata al presidente della provincia Alessandro Romoli dalla sindaca Chiara Frontini, che esprime parere contrario alla realizzazione del nuovo invaso da un milione di tonnellate a servizio di tutta la regione Lazio. L'approvazione è arrivata da parte del consiglio provinciale e dell'assemblea dei sindaci della provincia di Viterbo.

“Il territorio – sottolinea Frontini - sta parlando con un'unica voce a difesa della propria integrità. Una voce unanime che, grazie alla mozione sottoscritta questa mattina, si sta facendo sempre più forte e decisa. A questo proposito voglio ringraziare il presidente della provincia Romoli per aver accolto e calendarizzato questa seduta in tempi rapidi e a tutte le forze politiche e civiche presenti che hanno votato favorevolmente la mozione. Un documento che richiamava quanto concordato nella seduta di consiglio comunale dello scorso 8 agosto. Tesi che lo stesso consiglio comunale, all'unanimità, con parere favorevole di tutte le forze politiche e civiche presenti, aveva ribadito con forza, e cioè che l'ampliamento di 960metri metri cubi, pari a un milione 137mila 150 tonnellate, della discarica di Monterazzano non è coerente con gli stessi strumenti di programmazione che la Regione Lazio si è data. Tale ampliamento è lesivo degli interessi del territorio". 

"Realizzare un impianto che, per prescrizione, è a servizio di tutto il territorio regionale - prosegue Frontini - significherebbe continuare a considerare Viterbo la discarica del Lazio. Viterbo ha già ampiamente fatto la sua parte, e non solo la sua. Basta. Per noi il principio dell'autosufficienza degli Ato regionale è un principio non più derogabile. Un aspetto, tra l'altro, sul quale anche il presidente della Regione Rocca si era impegnato. Siamo certi che i rappresentanti del territorio in Regione, in primis il consigliere Daniele Sabatini e tutti gli altri consiglieri regionali, faranno sentire la loro voce insieme a quella del comune e della provincia. Tutti dobbiamo continuare a far sentire la nostra voce per ristabilire la correttezza dei procedimenti”. 

La mozione approvata questa mattina a palazzo Gentili arriva a distanza di pochi giorni dal ricorso al Tar da parte del Comune di Viterbo per impugnare il  parere con cui la Regione Lazio condanna Viterbo a essere discarica a servizio di tutta la regione.

"Voglio essere molto chiaro su questo argomento - afferma il presidente della provincia Romoli -. La Tuscia non può e non deve in alcun modo diventare la discarica del Lazio e del centro Italia. Quella di Viterbo è l'unica provincia del Lazio ad essere completamente autosufficiente nello smaltimento dei rifiuti. Siamo una provincia virtuosa, sì. Proprio per questo motivo non è giusto continuare a pagare per le mancanze degli altri. Ecco perché questa mattina il consiglio provinciale di Viterbo e l'assemblea dei sindaci dei comuni della Tuscia hanno detto "no" all'unanimità al progetto regionale di ampliamento della discarica di Monterazzano. L'idea di Roma è quella di mandare a Viterbo i rifiuti che le altre province laziali non riescono a smaltire da sole. Ma la Tuscia, lo ha ripetuto chiaramente oggi, è fermamente contraria a questo progetto. La discarica di Monterazzano, a Viterbo, deve rimanere a servizio esclusivo delle esigenze della Tuscia. Non vogliamo più ricevere e smaltire i rifiuti delle altre province".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viterbo pattumiera del Lazio, "no" unanime. Romoli: "Discarica sia a servizio solo della Tuscia, stop a rifiuti da altre province"

ViterboToday è in caricamento