rotate-mobile
Giovedì, 29 Febbraio 2024
Attualità Centro Storico

LA CITTÀ CHE CAMBIA | San Faustino e piazza della Trinità, luce fu. E ora tocca al Sacrario

La sindaca Chiara Frontini: "Dove c'è luce non c'è degrado, un altro passo verso una maggiore sicurezza"

"Un altro passo verso una maggiore sicurezza e qualità dei luoghi". Di piazza San Faustino e della Trinità per il momento, ma presto anche del Sacrario. La sindaca Chiara Frontini annuncia la nuova illuminazione a San Faustino e piazza della Trinità. "Dove c'è bellezza e dove c'è luce - afferma - non c'è degrado. È davvero bellissima".

Ieri mattina operai al lavoro tra San Faustino e la Trinità per attivare i lampioni installati mesi fa ma non ancora funzionanti. Allacciati i fili, già dalla sera hanno iniziato a fare luce in una zona che ora era buia già dal pomeriggio e per questo veniva evitata dai più.

Si tratta di un passo in avanti verso la sicurezza e riqualificazione del quartiere del centro storico, diventato emblema di degrado e insicurezza. E ora si è in attesa del posizionamento delle nuove telecamere di videosorveglianza.

Prossimi alla partenza anche i lavori riguardanti la nuova illuminazione al Sacrario, in particolar modo di piazza Martiri d'Ungheria. L'intervento, finanziato con i fondi derivanti dalle misure compensative dei grandi impianti Fer (Fonti di energie rinnovabili), prevede la dismissione delle attuali torri e la posa in opera di un sistema puntuale di pali "intelligenti" per una più corretta illuminazione dell'area, con un risparmio energetico ed economico per la comunità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

LA CITTÀ CHE CAMBIA | San Faustino e piazza della Trinità, luce fu. E ora tocca al Sacrario

ViterboToday è in caricamento