Sabato, 20 Luglio 2024
DIES NATALIS

Nuova macchina di santa Rosa, Raffaele Ascenzi: "La dedico a mia madre che mi ha dato le mani"

Gioia ed emozione nelle parole, negli occhi e nei gesti dell'architetto dopo la proclamazione di Dies natalis

All'annuncio di Dies natalis quale nuova macchina di santa Rosa, Raffaele Ascenzi, ideatore del "campanile che cammina" che dal 2024 e per almeno i prossimi cinque anni sfilerà per le vie di Viterbo, porta le braccia al cielo e stringe i pugni. Per esultare ma anche per ringraziare. Nella sala d'Ercole di palazzo dei Priori, quella del consiglio comunale, piena come non mai, è una vera e propria ovazione.

Il volto dell'architetto Ascenzi, che fa tris dopo Ali di luce e Gloria, è un misto di commozione e contentezza. Si alza in piedi tra gli applausi scroscianti della folla e con l'indice della mano destra punta prima davanti a sé e poi al suo fianco. Lì ci sono, rispettivamente, la madre Maria Cristina Caucci e la moglie Valeria Biscetti con i tre figli: Elvira, Rosa e Silverio. Dediche e ringraziamenti sono tutti per loro.

Raffaele Ascenzi-6

"A mia mamma - dice Ascenzi - che, oltre ad avermi dato la vita, mi ha dato le mani perché lei è una grande artista. Ringrazio la mia famiglia che mi ha sopportato in questo periodo. Progettare una macchina di santa Rosa ti porta ad escludere le altre parti della propria esistenza, e per lunghi mesi non mi hanno visto nemmeno a cena". Poi il "grazie a chi ha lavorato con me e ha contribuito alla realizzazione di questa opera".

Nuova macchina, classifica completa: il tris di Ascenzi, Di Prospero secondo e Telari quarto. Esclusi Russo e Antonini

Ancora applausi. Ascenzi per ringraziare stringe le braccia a sé come a voler abbracciare tutti. Poi giochi di sguardi. Con gli occhi pieni di gioia ed emozione. "Sono particolarmente orgoglioso", rivela il papà di Dies natalis.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova macchina di santa Rosa, Raffaele Ascenzi: "La dedico a mia madre che mi ha dato le mani"
ViterboToday è in caricamento