Mercoledì, 17 Luglio 2024
SOLUZIONE UFFICIALIZZATA / Orte

Quasi un milione di euro per le nuove superiori di Orte

Il futuro dell'istituto Fabio Besta è deciso, la Provincia è riuscita a sbloccare una situazione delicata che si protrae da mesi ed è pronta a presentare il progetto. Il presidente Alessandro Romoli: "Saranno realizzate otto classi"

Finalmente chiarezza sul futuro dell'istituto Fabio Besta di Orte. La struttura, divenuta negli anni inagibile, aveva obbligato la maggior parte degli studenti della scuola superiore a seguire le lezioni tramite la didattica a distanza. Tante le manifestazioni di alunni e genitori per far sì che alla situazione venisse trovato un rimedio.

Il grande problema è stata la ricerca di un immobile sostitutivo, prima richiesto al Comune di Orte, che però non aveva a disposizione soluzioni utilizzabili, e poi la dichiarazione d’interesse per una struttura privata: due proposte arrivate dal mercato, entrambe non praticabili. Quindi a dicembre la proposta della Provincia di utilizzare dei moduli abitabili, sulla falsa riga della scelta applicata dall'omologo ente di Rieti, che però alla fine non è stato possibile attuare. Le strutture prefabbricate non rispettavano i vincoli ambientali riguardanti il pericolo esondazioni del Tevere.

Nell'ultimo consiglio provinciale di oggi, martedì 9 luglio, il presidente Alessandro Romoli ha annunciato la definita soluzione al problema. La Provincia ha individuato un immobile di proprietà comunale, in fase di costruzione, nei pressi del campo sportivo. Sarà cambiata la destinazione d'uso, firmato un contratto di utilizzo gratuito per 30 anni, e palazzo Gentili si farà carico dei lavori di realizzazione di una nuova sede per l'istituto. Previsto un investimento di circa 900mila euro e la realizzazione di otto classi, il progetto è nelle mani degli uffici tecnici che tra qualche mese lo presenteranno.

"Si tratterà – spiega Romoli - di un intervento a carico dell'ente. Ci siamo offerti nel terminare la realizzazione della struttura in cambio dell'utilizzo per 30 anni dell'immobile con canone gratuito. È una struttura grezza, ancora non accatastata. Sarebbe stato più semplice trovare in affitto dei locali idonei, ma non ci sono". L'attenzione di Romoli è anche sulla situazione generale degli affitti per gli istituti scolastici, siglati e pagati da palazzo Gentili. "Paghiamo oltre un milione all'anno di affitti a privati, la questione va rimessa in asse. Oltre 10 anni d'affitto di alcune strutture rendono conveniente l'acquisto stesso degli immobili", conclude il presidente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quasi un milione di euro per le nuove superiori di Orte
ViterboToday è in caricamento