Mercoledì, 17 Luglio 2024
NUOVA EDIZIONE / Centro Storico

Presentato Ombre Festival 2024, Frontini: “Durata raddoppiata per uno degli eventi più importanti di Viterbo”

Nuova edizione e nuove location nel centro storico. Saranno 19 giorni ricchi di appuntamenti legati a letteratura, musica e teatro

Torna il festival di Ombre, e lo fa in grande stile con due location, centro storico di Viterbo e Bagnoregio, e durata raddoppiata rispetto alla scorsa edizione, dal 26 giugno al 14 luglio (a Bagnoregio la rassegna inizierà il 30 giugno). Nella città dei papi l'evento si dividerà in 4 arene dove la cultura sarà protagonista in diverse forme: piazza della Repubblica prevalentemente per gli incontri con scrittori e giornalisti, piazza del Gesù dedicata alla musica, piazza San Lorenzo per i grandi eventi e il teatro a piazza san Faustino.

Ampio respiro per una rassegna che in questa edizione cerca di abbracciare tutto il centro storico. “L'obbiettivo è allargare il festival della legalità a tutto il centro. Proprio per questo piazza san Faustino è stata una scelta strategica” spiega la sindaca Chiara Frontini.

Come ogni anno l'organizzazione è dei poliziotti dell'associazione “Le Ombre”, capitanati dal presidente Alessandro Maurizi: “Un progetto condiviso negli anni. A me quello che piace di tutta questa roba sono i rapporti umani, di cui credo che ci sia tanto bisogno. Vi giuro che non c'è stato mai un attimo di tensione, da quando siamo nati, rispetto a tutto ciò che abbiamo realizzato” rivela un fiero Maurizi.

Un festival che apre collaborazioni con diverse realtà del territorio. Con i facchini del Sodalizio in programma tre cene benefiche, il 28 giugno e il 5 e 7 luglio, mentre la Guardia di Finanza festeggerà i 150 anni dalla fondazione con una serie di eventi in piazza San Lorenzo il 27 Giugno.

La presentazione della nuova edizione

Grande sostegno dalla regione Lazio che da poco ha ufficializzato il finanziamento dell'evento. Soddisfatto il vice presidente del consiglio regionale Enrico Panunzi: “A livello personale, sin dal 2016, la rassegna mi ha appassionato con dei temi altissimi”. Per il consigliere regionale Daniele Sabatini “una manifestazione che non è un festival qualsiasi, ma un evento con le idee chiare, che sta dalla parte delle luce e della legalità.”

Felice per il lavoro svolto dai sui colleghi, il nuovo Questore di Viterbo, Luigi Silipo. “Mi date conferma del pensiero che l'essere poliziotto non è un lavoro ma uno stile di vita - il Questore riferendosi agli organizzatori -. Tutti quelli che si impegnano per questo festival promuovono la legalità. Noi che viviamo nella legalità dobbiamo far capire, soprattutto alle nuove generazioni, che la vera rivoluzione è rispettare le regole”.

Anche il presidente della Provincia di Viterbo, Alessandro Romoli, ha tenuto ad evidenziare il tema della legalità: “Iniziative di questa natura sensibilizzano l'opinione pubblica, trattando argomenti fondamentali per la popolazione”.

“Io penso che un qualsiasi assessore alla cultura se si trova sulla scrivania un palinsesto del genere va ad accendere un cero al santo patrono della propria città – spiega un soddisfatto Alfonso Antoniozzi, assessore alla Cultura del comune di Viterbo -. Con Maurizi ci siamo detti che Ombre non dovesse essere un festival che invade, ma che accoglie. Una commistione tra ospiti dell'esterno e realtà culturali nostrane. Un festival funziona se cuce insieme le realtà del territorio e se fa crescere la cultura prodotta dall'interno”.

Per quanto riguarda i fondi messi a disposizione dall'amministrazione in questa edizione, sono 35mila euro, 15mila in meno rispetto allo scorso anno. “Abbiamo potuto risparmiare sul finanziamento all'evento grazie alle aziende che sponsorizzando, hanno dimostrato di credere nella cultura” ha spiegato Antoniozzi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presentato Ombre Festival 2024, Frontini: “Durata raddoppiata per uno degli eventi più importanti di Viterbo”
ViterboToday è in caricamento