rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
FESTA DEL TRANSITO

Il vescovo nel dies natalis di santa Rosa: "I nostri rapporti tornino a essere umani"

Orazio Francesco Piazza nell'omelia della messa nel giorno del transito della patrona di Viterbo

"Portiamo nella nostra vita la linfa vitale del cuore di santa Rosa". Il vescovo Orazio Francesco Piazza nell'omelia per il dies natalis della patrona di Viterbo.

Messa transito santa Rosa-5

È il 6 marzo 1251 quando Rosa muore. Una ricorrenza molto importante per la Chiesa, perché ricorda il transito dalla terra al cielo della patrona, che è stata celebrata con una messa al santuario alla presenza dei parroci della città.

Messa transito santa Rosa-3

"L'amore di santa Rosa - ha detto il vescovo Piazza nell'omelia - ci deve colmare e sostenere nella nostra vita. Dobbiamo vigilare sull'umano perché il suo senso, la condizione dell'umanità, è a rischio e non lo è troppo lontano da noi".
Piazza esorta a fare di Rosa, "meravigliosa giovane santa, un modello di vita. Dobbiamo portare nella nostra vita la linfa vitale del suo cuore. Oggi celebriamo il suo transito, che significa passaggio. Il cambiamento non è un male ma è vitalità su cui tariamo le nostre esperienze di vita".

Messa transito santa Rosa-6

Il vescovo ha poi "attualizzato" il senso dell'esilio di santa Rosa. "Oggi avverto la sindrome dell'esilio dalla vita dove le relazioni sono irrispettose, disumane, incancrenite. Non c'è più rispetto nelle relazioni, non c'è più stima verso le istituzioni. Eppure è solo nell'armonia delle relazioni che c'è futuro. Superiamo quelle logiche che fanno degradare il senso della vita. Ritroviamo la qualità della vita nel rispetto delle persone. Riqualifichiamo la nostra vita nel recupero della qualità dell'umano nei nostri rapporti".

Messa transito santa Rosa-7

In una chiesa gremita di fedeli, anche una rappresentanza del Sodalizio dei facchini di santa Rosa, il prefetto Gennaro Capo, il presidente della Provincia Alessandro Romoli, la sindaca Chiara Frontini, il questore Fausto Vinci, i comandanti di Guardia di finanza, carabinieri e Aves, il rettore dell'Unitus Stefano Ubertini e il presidente della Croce rossa.

Messa transito santa Rosa-4

Al termine della messa la tradizionale distruzione del pane di santa Rosa benedetto nel pomeriggio.

GALLERY | Messa transito santa Rosa

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il vescovo nel dies natalis di santa Rosa: "I nostri rapporti tornino a essere umani"

ViterboToday è in caricamento