rotate-mobile
Mercoledì, 12 Giugno 2024
LA NOMINA / Canepina

Bonaccini premia Panunzi con un posto nella direzione nazionale del Pd: “Ci credevano morti ma siamo vivi e vegeti”

Enrico Panunzi nuovo membro della direzione nazionale dem, lui festeggia ed organizza un incontro con gli elettori a Canepina

Sette vite, come i gatti. Proprio nel momento in cui la sua parabola politica sembrava aver imboccato la discesa, Enrico Panunzi cade in piedi e riafferma ancora una volta di essere più vivo che mai. Ieri, il Partito Democratico ha ufficializzato tutti i 175 nomi che andranno a comporre la nuova direzione nazionale e, tra questi, c’è pure quello del consigliere regionale canepinese. Un’investitura arrivata grazie soprattutto all’appoggio da lui fornito a Stefano Bonaccini in occasione delle recenti primarie, poi vinte da Elly Schlein. 

“È un riconoscimento per la comunità del Pd della nostra provincia e per il nostro territorio”, ha commentato lui. E gli esponenti della sua corrente concordano: “In molti pensavano che saremmo politicamente morti, invece eccoci qua più vivi che mai”. Sulla carta, poi, Panunzi è andato anche a riempire il posto lasciato vuoto da Giuseppe Fioroni, uscito dal partito subito dopo le primarie. Era sempre stato quest’ultimo nel recente passato il rappresentante della Tuscia all’interno della direzione dem, oggi ci sarà l’avvicendamento.

Nonostante tutto, Panunzi è riuscito a riconfermarsi in Regione Lazio, ottenendo peraltro 12mila preferenze - 2mila in meno del meloniano Sabatini - e, con la nomina in assemblea, ora le porte dei piani alti si sono definitivamente spalancate per lui. Essere nella direzione nazionale gli consentirà, anzitutto, di placare gli animi all’interno della base viterbese, preoccupata ed in fibrillazione dopo la vittoria di Schlein. Come noto, lo spostamento del partito troppo a sinistra causerebbe diversi malumori nei vari circoli locali della Tuscia. Per questo, riaffermando la proprio forza e potendo sfoggiare autorevolezza, Panunzi potrà gestire meglio questa delicata fase di transizione. Magari, anzi, quasi certamente guardando anchd al centro, coinvolgendo il Terzo Polo e, chissà, anche il Movimento Cinque Stelle. Del resto, lui è sempre stato un sostenitore del cosiddetto “campo largo”. 

Nel frattempo, per ringraziare i suoi 12mila elettori, Panunzi ha organizzato un incontro a Canepina per questo venerdì alle 17:30.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonaccini premia Panunzi con un posto nella direzione nazionale del Pd: “Ci credevano morti ma siamo vivi e vegeti”

ViterboToday è in caricamento