rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
BICI E POLEMICHE

Pista ciclabile, Arena: "Doveva svilupparsi fuori dalla città. Così solo danni". Ciambella: "Ha rubato parcheggi"

L’ex sindaco di Forza Italia e la consigliera comunale vicina al presidente Rocca attaccano le ciclovie di Chiara Frontini

Non si placano le polemiche sulla pista ciclabile, con i viterbesi infuriati sui social per il traffico dovuto ai cantieri sulla Tangenziale e su viale Raniero Capocci. Adesso, peró, quello che sembra essere un tema d’attualità diventa un caso politico, con alcuni esponenti dell’opposizione, sia consiglieri che extra-Consiglio, che puntano il dito contro Chiara Frontini e le opere da lei volute fortemente.

Il primo a lanciare il sasso è Giovanni Maria Arena, ex sindaco e politico di Forza Italia: “La pista ciclabile - spiega - doveva svilupparsi fuori dalla città. Il progetto dell’amministrazione Frontini sarà un disastro per la  sicurezza della viabilità di Viterbo. In molte zone non sono rispettate le norme di sicurezza, sarà molto difficile arrivare al collaudo definitivo. L’unica  cosa certa è che aumenterà moltissimo il lavoro per gli avvocati, a causa delle varie controversie che saranno inevitabili. Sarà un vero incubo per automobilisti, pedoni e ciclisti”. 

I lavori, secondo gli ultimi aggiornamenti da Palazzo, proseguiranno fino a giugno. 9 chilometri di pista ciclabile nel solo anello urbano della città, che si snoderanno passando per Pilastro, Riello, Carmine, Cappuccini, Murialdo, Ellera, Santa Lucia e Santa Barbara fino ad arrivare, addirittura, al Bullicame. 

Un giudizio tranchant, quello di Arena, che fa il paio con quello altrettanto tagliente di Luisa Ciambella, consigliera comunale della lista Rocca - Per il Bene comune, si concentra sempre sulla sicurezza prendendo in esame un altro aspetto: “Quella che sta facendo da cornice alla realizzazione della pista ciclabile nella nostra città è una situazione decisamente indecorosa”. Ciambella fa riferimento ad una cosa ben precisa: “Non credo che una ciclabile che passa su marciapiedi ed aree pedonali possa favorire la sicurezza urbana, anzi. Ma queste sono le mirabolanti novità dlla giunta Frontini che, come è ormai evidente, si scontrano con le esigenze reali della comunità viterbese e non mancano di coprirsi di ridicolo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pista ciclabile, Arena: "Doveva svilupparsi fuori dalla città. Così solo danni". Ciambella: "Ha rubato parcheggi"

ViterboToday è in caricamento