rotate-mobile
Venerdì, 21 Giugno 2024
0 °
È GIÀ NATALE / Centro Storico

Natale in città, albero e pista di pattinaggio "traslocano" al Sacrario

Fantaworld sta organizzando il Christmas village nella zona di San Pellegrino e Andrea Radanich si offre per dare una mano al Comune per "salvare" il Natale viterbese

C’è un imprenditore che sta cercando di salvare il Natale viterbese. Andrea Radanich, frontman di Fantaworld, l’azienda che organizza da ben sette anni il Christmas village nel quartiere di San Pellegrino, insieme ai suoi dipendenti e collaboratori sta limando gli ultimi preparativi per l’allestimento del polo natalizio viterbese.

Come anticipato da ViterboToday, quest’anno il Comune ha rilasciato a Radanich l’autorizzazione molto presto, addirittura già a giugno. Fatto curioso visto che, nel frattempo, l’amministrazione ha dovuto momentaneamente rinunciare al mercatino di via Marconi, bocciato dagli ambulanti del consorzio. La città teme di vivere un altro Natale anonimo e, in questo senso, a venire incontro a palazzo dei Priori ci sta pensando proprio Fantaworld. 

Il 31 maggio l’azienda ha, infatti, protocollato una richiesta di occupazione del suolo pubblico e di utilizzo dei locali dell’ex Zaffera in piazza San Carluccio per la manifestazione che si svolgerà dal 25 novembre fino al 6 gennaio. “Il biglietto cumulativo - si legge nella determina - non potrà costare più di 15 euro, come imposto da palazzo dei Priori, eccezion fatta per la pista di pattinaggio e altre attrazioni per cui è prevista una bigliettazione separata”.

Fantaworld si è poi offerta per installare le luminarie e le scenografie come alberi e filodiffusione, sempre a San Pellegrino, oltre a degli stand destinati alla vendita che dovranno essere in prevalenza “finalizzati alla promozione del territorio e dei suoi prodotti”. Il tutto per un rimborso spese di 20mila euro.

Radanich spiega a ViterboToday: “Noi ci stiamo occupando del Natale per quello che riguarda la zona che ci ha assegnato il Comune. Ci saranno casette, alberi, decorazioni tradizionali, luminarie e animazione. Abbiamo già costruito il presepe, siamo quasi pronti”. E se via Marconi è destinata a rimanere “orfana” del mercatino per la secondo volta consecutiva, a ravvivare il Sacrario ci penserà proprio il Christmas Village: “La pista di pattinaggio - annuncia - sarà posizionata lì, tra gli Almadiani e Nocilli per capirci”. Negli anni precedenti l’attrazione era stata installata in piazza del Comune, vicino all’enorme albero, e in piazza del Teatro. L’idea di sistemarla lì è dettata anche dalla volontà di far rivivere quella porzione di centro storico, purtroppo sempre più abbandonata a se stessa. Al Sacrario anche l'albero di Natale che lascia piazza del Comune.

Il largo anticipo con cui Radanich sta preparando il villaggio natalizio sembra portare i primissimi frutti. “Abbiamo già venduto alcuni biglietti, diverse persone li stanno acquistando online sui siti in cui li abbiamo messi in vendita”. Un fatto non casuale: “Il momento migliore per vendere il pacchetto del Natale è proprio questo, perché le persone generalmente devono organizzarsi per prendere le ferie”. I buoni auspici non mancano. “Parliamo di famiglie che non portano un turismo mordi e fuggi ma si fermano per più giorni, anche tre o quattro, generando indotto per la città”.

Quanto alla nota stonata, quella delle difficoltà riscontrate dal Comune, il numero uno di Fantaworld si dice fiducioso: “Sono convinto che, in un modo o nell’altro, qualcosa riusciranno a fare”. In questo senso, lui si dice pronto a dare una mano: “Sono disponibile ad aiutare l’amministrazione, dovrebbero farlo anche tutti gli altri imprenditori della città”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Natale in città, albero e pista di pattinaggio "traslocano" al Sacrario

ViterboToday è in caricamento