PROBLEMA VISIBILITÀ / Centro Storico / Via Guglielmo Marconi

Mercato europeo, i commercianti di via Marconi: "Gli stand coprono le nostre vetrine"

L'attività Passioni donna: "I negozianti della zona vengano coinvolti nella programmazione di questi eventi, rendendoli parte attiva. Per il mercatino di Natale c'è ancora tempo..."

Il Mercato europeo di via Marconi, iniziativa che offre agli avventori l'opportunità di assaporare specialità culinarie internazionali, è diventato un appuntamento molto atteso in città. L'evento, che lo scorso anno ha attirato 45mila visitatori, ha visto un'affluenza significativa anche nel primo giorno di questa edizione. Successo che ha portato l'amministrazione comunale a considerare l'estensione del percorso degli stand fino a via Ascenzi per il 2025.

Tuttavia, nonostante il riscontro positivo generale, sono emerse alcune lamentele da parte dei commercianti locali. La disposizione degli stand, infatti, sembra compromettere la visibilità delle vetrine di alcuni negozi, oltre a evidenziare una mancanza di dialogo con le attività commerciali durante la fase di pianificazione dell'evento.

Un tratto del mercato europeo

Un esempio di queste critiche proviene dall'attività "Passioni donna" di via Marconi. In una riflessione sull'evento, il negozio ha sottolineato l'importanza di coinvolgere i commercianti locali nella programmazione. "Ogni iniziativa volta a ridare vita al centro storico di Viterbo è naturalmente ben accolta da tutti - scrive l'attività -. Meglio sarebbe se, in fase di programmazione di tali eventi, venissero coinvolti gli operatori commerciali della zona interessata, rendendoli parte attiva dell’iniziativa".

La riflessione prosegue suggerendo che "concordare un orario di apertura prolungato potrebbe rendere l'evento più coinvolgente e luminoso. Inoltre, sarebbe ideale pensare a una disposizione diversa delle strutture, in modo da non penalizzare le vetrine dei negozi che, con l’attuale disposizione, vengono spesso coperte, escludendo di fatto i negozi dall’evento e penalizzando la loro normale attività".

Pur riconoscendo il valore dell'iniziativa, "Passioni donna" chiede una maggiore attenzione nell’organizzazione futura, valutando soluzioni che possano soddisfare le esigenze di tutti i partecipanti. La riflessione si conclude con un suggerimento “propositivo”: "Abbiamo tempo per organizzarci per i mercatini di Natale…".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mercato europeo, i commercianti di via Marconi: "Gli stand coprono le nostre vetrine"
ViterboToday è in caricamento