rotate-mobile
Mercoledì, 12 Giugno 2024
OCCHIO ALLA VIABILITÀ / Santa Lucia / Circonvallazione Giorgio Almirante

Primi passi per il ponte ciclopedonale tra Santa Lucia e Santa Barbara

Al via i lavori sul raccordino per la realizzazione del ponte che unirà i due quartieri a nord di Viterbo

Al via i lavori sul raccordino per il ponte ciclopedonale tra Santa Lucia e Santa Barbara, la circonvallazione avrà una sola corsia disponibile all'altezza del sottopasso ferroviario. Il provvedimento interessa entrambi i sensi di marcia. Stamattina, 7 giugno, la circonvallazione Almirante è stata ristretta ad una sola corsia. Tutto necessario per consentire la pulizia delle scarpate e verificare lo stato di fatto dei luoghi, trattandosi appunto di un intervento propedeutico alla realizzazione del ponte.

Come noto, la giunta Frontini ha infatti accettato di fare un passo indietro sul progetto dello svincolo del Semianello verso Santa Barbara, stralciando la parte relativa alla realizzazione di un ponte che collegasse il quartiere a nord della città con la vicina Santa Lucia. La retromarcia dell’amministrazione si è innescata a seguito delle proteste dei residenti del quartiere, che si erano mobilitati costituendo un comitato per dire “no” all’opera così come concepita. Il progetto originale, infatti, era stato redatto nel lontano 2006 e, nel frattempo, le condizioni urbanistiche, edilizie e soprattutto demografiche di Santa Lucia sono cambiate di molto. Motivo per cui la costruzione di un ponte per le automobili, che sarebbe dovuto passare tra i palazzi presenti e avrebbe anche eliminato il giardino del posto, è stata abortita.

Il nuovo progetto, che prevede, al posto del ponte, un sistema di rampe di accesso a fare da svincolo per Santa Barbara, quartiere ad oggi dotato di una sola via d’ingresso e uscita nonostante sia il più popoloso della città con oltre 15mila abitanti. L’opera sarà comunque finanziata con i soldi del Giubileo 2025 e prevede anche la riqualificazione del parco di Santa Lucia, dove invece sarà costruito un ponte tra i due quartieri, infrastruttura che, sulla scia della mobilità sostenibile, sarà dedicata esclusivamente a biciclette e pedoni.

Un ponte ciclopedonale, decisamente più piccolo e meno invasivo di quello pensato originariamente, e soprattutto la permanenza di un parco pubblico ormai punto di aggregazione sociale per i cittadini, sia giovani che adulti. Il comitato si è detto soddisfatto delle modifiche apportate dalla giunta Frontini, ringraziando la prima cittadina e l’assessore Aronne. Il nuovo elaborato è stato realizzato dagli uffici comunali su imput dell’assessore, che ora ha portato in porto gli iter per l’avvio dei lavori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primi passi per il ponte ciclopedonale tra Santa Lucia e Santa Barbara

ViterboToday è in caricamento