rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
INDOTTO ECONOMICO / Capodimonte

Il porto di Capodimonte: motore economico e polo di sviluppo turistico locale

Sono circa 500 le domande, a fronte di 380 posti, che vengono presentate in comune da residenti e turisti per guadagnare un posto sulle rive del lago di Bolsena

Sono circa 500 le domande che arrivano al comune di Capodimonte per l'assegnazione di uno dei 380 posti barca nel piccolo porto sulle rive del lago. Luogo unico e incantevole, il lago di Bolsena funziona da attrattore turistico per gli amanti della barca e non solo. Un piccolo ma incantevole porticciolo, quello alle pendici del paese, che l'atmosfera rilassante e la bellezza naturale rendono una meta irresistibile per gli amanti della nautica e della vela.

L'indotto economico

"Ogni anno riceviamo numerose richieste - ha raccontato a ViterboToday il sindaco Mario Fanelli - Purtroppo non siamo in grado di accontentare tutti. Il lago è un forte richiamo per gli appassionati della nautica, grazie ai suoi fondali bassi è adatto sia alla balneazione che alla navigazione". Non solo turisti o residenti, ma anche componenti di associazioni velistiche i proprietari della imbarcazioni che sono ferme nella zona appena sotto il paese. "Durante la stagione primaverile ed estiva sul lago si svolgono spesso gare velistiche organizzate dai club e le associazioni velistiche di Roma - ha poi proseguito il primo cittadino - Il porto e il lago creano al nostro comune un indotto importante, così come per le attività che stanno sulla passeggiata lungolago. Più difficile risulta portare l'indotto nel centro urbano, ma stiamo attuando politiche che vadano in quella direzione". 

Tutela dell'ambiente

Solo un paio di mesi fa sulla banchina del porto è stato installato un CollecThor, un' infrastruttura altamente tecnologica, per la pulizia delle acque portuali, il primo in Italia ad essere adattato al filtraggio di acque interne e su banchina fissa.

Questo strumento, ideato da Poralu Marine, è simbolo di un’importante innovazione ingegneristica, capace di filtrare plastiche, microplastiche ed idrocarburi, immagazzinando oltre 100 Kg di rifiuti per ciclo di lavoro. La depurazione dell’acqua dagli agenti inquinanti al contempo non crea alcun disturbo alla flora e fauna lacustre, elemento fondamentale per preservare il delicato equilibrio del nostro ecosistema. L'innovativo sistema è già in funzione da circa un mese

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il porto di Capodimonte: motore economico e polo di sviluppo turistico locale

ViterboToday è in caricamento