rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
PRECARIATO

Concorsi scuola, Somigli (Uil) al governo: "Stabilizzare i precari per anzianità per non penalizzare i 2020"

Il sindacato in difesa degli idonei al ruolo che hanno affrontato le prove selettive del 2020 e rischiano di vedersi passare avanti dagli idonei 2024-2025

Cresce di giorno in giorno il "Movimento idonei 2020 in ruolo, gli invisibili", un gruppo social nato dalla delusione e dall'amarezza dei precari che nel 2020 sono risultati idonei al concorso per la scuola, da quella dell’infanzia alla secondaria di secondo grado. Il problema gravita intorno al rischio di vedersi passare avanti dai colleghi che, l'11 marzo scorso, e nel 2025 hanno sostenuto e sosterranno i concorsi Pnrr. Sulla questione stanno lavorando da tempo anche i sindacati.

La posizione della Uil scuola

"Il problema del concorso del 2020 è un nodo che ancora non è stato sciolto dalla politica governativa - ha spiegato Silvia Somigli Uil scuola a ViterboToday - Il 2024 e il 2025 saranno anni in cui il governo dovrà stabilizzare i precari secondo i dettami della normativa europea, che impone di stabilizzare i precari che abbiano almeno 36 mesi di servizio. Noi del sindacato abbiamo più volte sollecitato il legislatore a risolvere l'annoso problema del 2020, anche perchè la procedura concorsuale del 2020 è stata tutt'altro che semplice, si è chiaramente voluto fare una selezione della classe docente e noi come Uil scuola all'epoca abbiamo sostenuto e orientato culturalmente una parte di docenti che si sono accostati a questa procedura molto selettiva - ha poi incalzato la Somigli - Abbiamo chiesto in più sedi al legislatore di risolvere questo problema e colgo l'occasione per ricordare che la Uil scuola è l'unica organizzazione sindacale che non ha sottoscritto il rinnovo del contratto che dal 19 gennaio è presente nel comparto scuola".  Quanto ai motivi che hanno portato l'organizzazione sindacale a non sottoscrivere il contratto la rappresentante sindacel spiega che: "Un nuovo contratto deve migliorare la condizione dei lavoratori, invece questo nuovo contratto è andata a peggiorare la loro condizione. Uno studio della Uil scuola ha dimostrato che  nell'ultimo decennio i precari siano raddoppiati ha poi concluso Silvia Somigli - Siamo contrari a una forma di reclutamento che non tenga conto anche di un'anzianità di precariato e non è giusto che precari storici si vedano superare da precari di nuova generazione, i quali hanno diritto anche loro ad essere stabilizzati, ma i processi di stabilizzazione devono tenere conto necessariamente dell'anzianità di servizio":

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concorsi scuola, Somigli (Uil) al governo: "Stabilizzare i precari per anzianità per non penalizzare i 2020"

ViterboToday è in caricamento