rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
LA FESTA / Centro Storico

San Pellegrino in Fiore, la mostra di tutti i progetti: "L'evento si fa comunità"

Presentati tutti progetti che hanno partecipato al concorso di idee, daranno vita a una mostra

Presentati stamattina nella cappella Palatina di palazzo dei Priori tutti i progetti che hanno partecipato al concorso d’idee per la 34esima edizione di San Pellegrino in fiore, dove ha vinto l’architetto Raffaele Ascenzi. “Una mostra per dare una visione comunitaria all’evento”, l’ha definita così il sindaco Chiara Frontini.

Presentazione mostra progetti san pellegrino in fiore-3

“È il primo appuntamento del percorso di San Pellegrino in fiore - ha spiegato Frontini -. Mostrare tutti i progetti significa raccontare quanto gli ideatori abbiano investito sulla città e sulla costruzione della sua identità. Abbiamo voluto dare una caratterizzazione comunitaria all’evento”. Alla presentazione della mostra erano presenti anche il presidente della fondazione Carivit Luigi Pasqualetti, il consigliere provinciale Ermanno Nicolai in rappresentanza del presidente di palazzo Gentili Alessandro Romoli, il prorettore dell’università degli studi della Tuscia Alvaro Marucci, le consigliere Maria Rita De Alexandris e Francesca Pietrangeli, il consigliere Marco Nunzi e gli assessori Silvio Franco e Patrizia Notaristefano. Con loro anche il vincitore del concorso di idee, Raffaele Ascenzi.

Presentazione mostra progetti san pellegrino in fiore-4

Subito dopo la presentazione dei progetti, è stata una passeggiata per le vie del centro storico per scoprire il backstage di San Pellegrino in fiore. “Quello che viene fatto a Viterbo - commenta Ermanno Nicolai - è patrimonio di tutta la Tuscia. Non ci sono divisioni, tutti quanti lavoriamo per il territorio”. “Facciamo iniziative non solo nella visione della città di Viterbo - ha dichiarato Pasqualetti - ma dell’intera provincia. Se tutto si fosse limitato a un abbellimento di piazza avremmo detto no. Ma siccome è stato fatto un lavoro complessivo su più fronti non potevano che dire di sì a San Pellegrino in fiore”. “L’università della Tuscia negli anni ha assunto sempre di più un ruolo vicino al territorio e alle istituzioni che lo caratterizzano - ha concluso infinr Marucci -. E San Pellegrino in fiore è una delle tante testimonianze”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Pellegrino in Fiore, la mostra di tutti i progetti: "L'evento si fa comunità"

ViterboToday è in caricamento