rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
LE PAROLE

"Ascenzi = pizzo", l'architetto Raffaele sulla scritta in via Garbini: "Non è rivolta a me"

L'ideatore della Macchina di santa Rosa e dell'ultima edizione di San Pellegrino in Fiore dice la sua

Una frase vergognosa comparsa in via Garbini, proprio sotto ai portici dove si trovano gli uffici comunali. "Ascenzi = pizzo", in bianco sulle pareti di mattoni. Secondo alcuni residenti, il graffito sarebbe stato realizzato mercoledì 8 maggio ma, secondo altri frequentatori della zona, risalirebbe addirittura a diverso tempo fa. A prescindere da ciò, la scritta è ancora visibile in una zona notoriamente trafficata dove, oltre ai servizi del Comune, sono presenti attività commerciali di vario genere, bar e ristoranti.

Ad alcuni era parso eloquente il riferimento alla famiglia Ascenzi, tuttavia non è noto chi fosse il reale obiettivo finito nel mirino dell'autore, ad oggi sconosciuto. A riguardo, Raffaele Ascenzi, noto architetto viterbese, ideatore di tre versioni della Macchina di santa Rosa e dell'ultima edizione di San Pellegrino in Fiore, afferma: "La scritta risale al 1994, anno in cui io non ero presente a Viterbo e di certo non poteva essere rivolto a me".

La scritta, dunque, stando alla versione di Ascenzi, risalirebbere addirittura a 30 anni fa. Non è chiaro, a questo punto, il motivo per cui da così tanto tempo sia sotto gli occhi di tutti e nessuno si sia mai degnato di provvedere alla sua rimozione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ascenzi = pizzo", l'architetto Raffaele sulla scritta in via Garbini: "Non è rivolta a me"

ViterboToday è in caricamento