rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
TRAILER / Tarquinia

Il Cinema Etrusco riapre per i "100 anni del cinema": Morricone, Risi e Piccioni per il battesimo | FOTO

L'inaugurazione in grande stile ha fatto registrare un'adesione di pubblico altissima, in sala il sindaco Alessandro Giulivi e l'assessora Alessia Mancini

La città di Tarquinia ha di nuovo il suo cinema. Ha riaperto i battenti ieri, sabato 2 marzo, il Cinema Etrusco  dopo la chiusura dovuta prima alla crisi e poi alla pandemia. Taglio del nastro alle 18:00 per il sindaco Giulivi e l'assessore con delega al Cinema e teatro Alessia Mancini. L'inaugurazione, in grande stile, ha fatto registrare un'adesione di pubblico altissima, a testimonianza del grande vuoto che la chiusura del cinema aveva lasciato alla cittadinanza. Tanti i testimoni del mondo dello spettacolo che hanno tenuto a battesimo il nuovo inizio della multisala: Corinne Cléry,  Marco Morricone, il regista del film "Il punto di rugiada", Marco Risi, e molti altri. Una "festa" che ha messo al centro il cinema, quello vero d'autore, proprio nell'anno del cenetenario del cinema.

Marco Morricone

L'iter per riaprirlo

Il sindaco Alessandro Giulivi ha spiegato brevemente l'iter che l'amministrazione ha fatto per riuscire a restituire il servizio cinematografico al territorio. "Sono felice che la riapertura del Cinema Etrusco coincida con l'anno in cui si festeggiano i 100 anni del cinema - ha detto Giulivi a una folta platea - Siamo riusciti, pur se con tanto lavoro, a riaprire la nostra multisala che aveva chiuso i battenti durante la pandemia. E' una fortuna poterla riavere, non tutte le sale saranno riaperte subito, per ora si partirà con due poi aprirà una tera e per finire la quarta".

Cine Etrusco platea

Il ricordo dei grandi 

La parola è poi passata a Marco Risi che ha raccontato un po' il retroscena del suo film la cui colonna sonora è opera del grande compositore e pianista tarquiniese Leandro Piccioni. "Sono molto felice che sia il mio film ad inaugurare questa sera il Cinema Etrusco - ha detto il regista - Il film è un omaggio a Leandro Piccioni, ma quando l'ho girato il pensiero naturalmente è andato anche a mio padre, tanto è vero che uno dei personaggi si chiama Dino".  Un susseguirsi di emozioni e di ricordi la serata cinema organizzata per l'inaugurazione, forse anche al di là delle aspettative. Tra la folla, seduto in prima fila, Marco Morricone, figlio dell'mmortale genio Ennio Morricone. "Noi siamo qui per ricordare Leandro che è stato un compagno di viaggio di mio padre per 25 anni - ha raccontato Marco Morricone - Con mio padre avevano grandi affinità, li accomunava la Roma e gli scacchi. Era bello anche per noi che eravamo giovani ascotarli mentre si scambiavano opinioni e chiacchiere. Ringrazio tutti coloro che ci ospitano questa sera perchè il cinema è bello e speriamo che possano ancora nascere altre stelle". Seduta vicino a lui anche la figlia di Leandro Piccioni.

Cinema Etrusco Inaugurazione-2

Il punto di rugiada

Dopo la piccola conferenza in sala si sono spente le luci e il proiettore è partito, sullo schermo "Il punto di rugiada" di Marco Risi e a seguire un piccolo dibattito. Un film che ha regalato emozioni, che gioca sulla dicotomia tra leggerezza e profondità, affrontando un po' tutte le fasi dell'esistenza umana e l'eterna "lotta" tra l'interiorità e l'esteriorità, fino poi a spingersi ad affrontare il tema spinoso della prospettiva della morte ma con stile e tatto. Il regista Marco Risi dopo la proiezione si è confrontato con il pubblico in sala, raccontando altri particolari della lavorazione del capolavoro.

Cinema Etrusco

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Cinema Etrusco riapre per i "100 anni del cinema": Morricone, Risi e Piccioni per il battesimo | FOTO

ViterboToday è in caricamento