LE SCOPERTE ARCHEOLOGICHE / Civita Castellana

Vignale, continua a venire alla luce il tessuto insediativo su uno dei colli occupati dall'antica capitale dei Falisci

Gli studi che vedono a lavoro laureandi provenienti da diverse università internazionali, sono frutto della collaborazione tra Soprintendenza, Musei nazionali del Lazio e il Comune di Civita Castellana. Mercoledì conferenza per mostrare gli ultimi ritrovamenti

Continuano gli scavi nel Forte San Gallo, nei pressi di Civita Castellana. Operazioni che come tutti gli anni vengono effettuate nel mese di giugno. Mercoledì sarà tempo di mostrare i ritrovamenti di questa ultima campagna di scavi condotta nell'area del Vignale, uno dei due colli che ospitavano l'antica capitale dei Falisci.

Le indagini archeologiche sono portate avanti dal dipartimento di scienze dell’antichità dell'università della Sapienza di Roma. Il progetto si svolge in concessione e in piena collaborazione con la Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio per la provincia di Viterbo e l’Etruria meridionale, la direzione regionale musei nazionali Lazio e il Comune di Civita Castellana. Alle operazioni partecipano oltre una ventina di studenti universitari di diversi livelli di formazione, provenienti anche da università internazionali come l'università di Leiden e l'università di Oxford.

Parallelamente agli scavi, anche per quest'anno è stato attivato un laboratorio di studio dei materiali rinvenuti. Laboratorio coinvolge circa quindici partecipanti, con l'obiettivo di introdurre gli studenti dei primi anni della laurea triennale in scienze archeologiche allo studio all'archeologia praticata.

L'area di scavo, che ormai si estende per oltre 650 metri quadri, continua a offrire scoperte significative. Le indagini rivelano dettagli del tessuto insediativo, dal XII secolo al III secolo avanti Cristo, svelando anche elementi di progettazione monumentale di grande rilevanza. Oltre alla presentazione dei risultati di mercoledì 26 giugno, è prevista una visita guidata al cantiere di scavo per giovedì 27 giugno alle 11, per chi desidera un contatto diretto con le attività in corso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vignale, continua a venire alla luce il tessuto insediativo su uno dei colli occupati dall'antica capitale dei Falisci
ViterboToday è in caricamento