rotate-mobile
L'INTERVENTO DELLA DIOCESI

Preti anti-Bergoglio alla Palanzana, la curia: "Questione all'attenzione delle autorità ecclesiastiche"

La curia interviene sul progetto di monsignor Carlo Maria Viganò, che da anni attacca il pontefice, di realizzare all'eremo un seminario e ostello per religiosi tradizionalisti. L'appello ai fedeli: "Non lasciatevi coinvolgere da chi mina la chiesa"

Un seminario e un ostello per preti e religiosi tradizionalisti all'eremo della Palanza. Un progetto che porta la firma dell'associazione Exsurge Domine, fondata da monsignor Carlo Maria Viganò, arcivescovo anti-Bergoglio che da anni attacca il pontefice. Sulla questione interviene la curia vescovile della diocesi di Viterbo.

"La vicenda è stata seguita per quanto possibile, visto il contesto relativo a una proprietà privata che fa riferimento a un'associazione non legata alla diocesi di Viterbo. I sacerdoti e i religiosi che in qualche modo sono presenti in questo eremo non sono incardinati nella diocesi di Viterbo. Tutte le questioni relative alle vicende, pregresse e attuali, legate a questo luogo e alle persone che a titolo diverso vi fanno riferimento, sono all'attenzione delle autorità ecclesiastiche e dei dicasteri competenti".

GALLERY | Preti anti-Bergoglio all'Eremo della Palanzana

Dalla curia, poi, un appello ai fedeli a cui "raccomanda attenta vigilanza affinché nessuno si lasci coinvolgere nelle scelte di chi tende a minare l'unità del corpo ecclesiale. Rinnovando, perciò, l'adesione completa alla persona di papa Francesco e al suo magistero, sollecita a camminare nella comunione della Chiesa, che trova nel successore di Pietro "il perpetuo e visibile principio e fondamento dell'unità"".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Preti anti-Bergoglio alla Palanzana, la curia: "Questione all'attenzione delle autorità ecclesiastiche"

ViterboToday è in caricamento