rotate-mobile
Attualità

Tombolata queer per dire stop a odio e ignoranza: "Primo premio plug anale da 13 cm vinto con gioia da una pensionata"

L'iniziativa intergenerazionale è stata organizzata da Tuscia pride: "Il suo spirito caratterizzi anche i pranzi e le cene in famiglia di questi giorni"

Tombolata queer intergenerazionale a Viterbo. "Per chiudere nell'armadio - spiega Mirko Giuggiolini per il Tuscia pride - i pensieri retrogradi e le tradizioni d'odio, ponendo al centro la libertà, l'inclusione e l'incontro armonico tra generazioni diverse". L'iniziativa si è svolta venerdì 22 dicembre al circolo Arci "Il Cosmonauta" e ha visto la partecipazione della Rete degli studenti medi, del sindacato studentesco dell'Unitus "Percorso" e di quello "Pensionati italiani" della Cgil e dell'Auser (Associazione per l'invecchiamento attivo).

Premi della tombola dei sex toys forniti da Xoxo - Sexy shop. Il primo premio è stato un plug anale di 13 centimetri, "vinto con gioia ed entusiasmo da una pensionata", sottolinea Giuggiolini. Tra gli altri premi, delle manette (utilizzabili, ad esempio, nel sesso kink) e un olio per massaggi erotici. 

"Durante tutto l'evento - spiega Giuggiolini - abbiamo condiviso tra noi e in modo aperto i nostri punti di vista sulla sessualità. Non sono mancate battute consapevoli, come neanche momenti formativi. Tutto si è svolto alla presenza di un cospicuo numero di adolescenti tanto quanto di pensionati. Proprio queste due ultime categorie, compiendo dei passi per avvicinarsi reciprocamente, possono sposare gli stessi valori e convivere in atmosfere di gioia e allegria. Come nel nostro caso, aprendosi alla messa in discussione dei paradigmi culturali con cui si sono formate le nostre esistenze e rendendosi disponibili a comprendere quanto non viene compreso, è davvero possibile contrapporre, a un Natale d'odio e ignoranza, delle vacanze invernali inclusive, serene, sicure e libere. Auspichiamo che lo spirito che ha animato la nostra tombolata, chiamata "TombolOut!", uno spirito d'incontro e non d'impantanamento nei propri dogmi, possa caratterizzare tutti i pranzi e tutte le cene organizzate in famiglia in questi giorni. Così che le festività possano essere colme di gioia anche per le persone Lgbtqia+".

Tombolata queer intergenerazionale

"Ma quindi hai deciso se essere femmina o maschio?". "Non sono contro i gay però non si devono baciare davanti a me". "Pensi di essere lesbica perché non hai ancora trovato il ragazzo giusto. Dai retta a me, è solo una fase". "Esistono solo due generi e non ti possono piacere entrambi, prima o poi ti si chiariranno le idee". Queste sono solo alcune delle esclamazioni e delle domande che ancora troppo spesso possono caratterizzano le vacanze invernali (e purtroppo non solo) delle persone queer e trans.

"Interrogativi e assunzioni - afferma Giuggiolini - fondate sulla cultura dell'ignoranza, del rigetto e dell'odio, spesso espresse dai parenti durante i grandi pranzi delle feste, e che trasformano gli ultimi giorni dell'anno in un vero e proprio incubo. Le nostre identità, per come da noi concepite e dichiarate, non possono e non devono essere messe in discussione. A maggior ragione in un ambiente, quello della famiglia, che dovrebbe essere il nostro primo punto di riferimento per affrontare qualunque problema.

Il nostro orientamento sessuale e il genere in cui ci percepiamo sono sempre validi - continua Giuggiolini -. Sono aspetti estremamente soggettivi della nostra esistenza. E la definizione, non necessariamente perpetua e immutabile, che scegliamo di dare è ciò che si avvicina di più allo stato fattuale delle cose. Avere una vulva e percepirsi come un ragazzo è valido come lo sono anche l'attrazione verso tutti i generi e la libera espressione dell'amore. E i nostri familiari, anziché restare impantanati nell'ignoranza e nel rifiuto e approfittare delle feste per aumentare il disagio che già viviamo tutti i giorni a causa della struttura attuale della società, dovrebbero aprirsi all'ascolto, superare le proprie barriere ed essere sempre al nostro fianco".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tombolata queer per dire stop a odio e ignoranza: "Primo premio plug anale da 13 cm vinto con gioia da una pensionata"

ViterboToday è in caricamento