rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
TRAFFICO E ALTRE ASSURDITÀ

Città paralizzata per i lavori, viterbesi infuriati: "I cantieri andavano calendarizzati"

I cantieri in viale Capocci e sulla Tangenziale, uniti alla chiusura di via del Pilastro, al passaggio a livello e alla rotatoria di San Lazzaro, hanno reso la viabilità un inferno

È successo di nuovo. Ripartono i lavori sulle strade e la città si paralizza, con il traffico che va in tilt e le imprecazioni degli automobilisti che riecheggiano da Valle Faul fino a San Lazzaro. Ieri, in particolare, la viabilità viterbese si è trasformata in un vero e proprio inferno, con code chilometriche ed ingorghi lunghissimi su alcune delle arterie principali. Ecco cosa è successo è da cosa sono dipesi i disagi.

Traffico sulla Tangenziale Ovest a causa dei cantieri per la pista ciclabile-3

Già all’ora di pranzo, tra le 13 e le 14:30, una parte di Viterbo era letteralmente congestionata. No, non si trattava del quadrante Nord, ormai incubo per ogni guidatore, bensì di quello Sud. Il groviglio di auto formatosi in viale Raniero Capocci, infatti, ha causato code e rallentamenti dalla zona di Porta Romana in direzione Cassia Sud, ma non solo. Il traffico intenso, quasi fermo per diversi minuti, ha interessato tutta la fascia esterna alle mura fino ad arrivare a piazzale Gramsci. Il passaggio a livello, poi, con le sbarre che si abbassavano per far passare i treni verso la stazione Viale Trento, ha fatto il resto. Questa situazione si è protratta a sprazzi fino alle 18, quando è scoccata la classica ed arcinota ora di punta pomeridiana. 

Traffico in tilt su viale Raniero Capocci-3

Ma viale Capocci non è stato l’unico elemento di caos per quel che riguarda la viabilità. Perché le auto sono rimaste imbottigliate anche sulla Tangenziale Ovest, dove, pressappoco nella stessa fascia oraria (13/14:30) si sono formati ingorghi e code. Qui, addirittura, le cose sono andate anche peggio, con i disagi durati fino a oltre le 18 anche causa della chiusura di via del Pilastro, appena fuori Porta Faul, dove ha avuto luogo il cedimento di una porzione di strada. 

Voragine in via del Pilastro durante i lavori

Diversi cittadini si sono chiesti da cosa derivasse questo marasma per le strade, inondando i social di foto, video e commenti. Alla base di tutto, come in molti hanno intuito, ci sono i cantieri che stanno interessando sia viale Capocci che la Tangenziale. Dopo le festività natalizie, difatti, gli operai si sono rimessi al lavoro per portare a termine due opere molto discusse: la passeggiata ecologica intorno alle mura e la pista ciclabile. La prima interessa la zona di Porta Romana (dunque viale Capocci, che per questo ha subito il restringimento della carreggiata da due ad una corsia), mentre la seconda la Tangenziale (dove gli addetti stanno installando i cordoli e tutto l’occorrente per finire il percorso destinato alle bici). A queste due situazioni, come detto, si è aggiunga la chiusura totale di via del Pilastro, la quale fungeva da valvola di sfogo al traffico di Valle Faul  per accedere a Piazzale Gramsci, e l’annosa questione del passaggio a livello. Paradossalmente, questo mix di ingredienti ha creato un risultato peggiore di quello che quotidianamente si vede alla rotatoria di San Lazzaro, anch’essa ieri particolarmente trafficata. 

Traffico in tilt su viale Raniero Capocci-4

Certo, la ripresa delle scuole e il sempre elevato numero di auto in circolazione per le strade del capoluogo costituiscono un ulteriore elemento che contribuisce al disagio ma, di certo, sono i cantieri a paralizzare il traffico. Se prima c’era una sola zona di Viterbo a causare problemi, ora ce ne sono ben tre. E questo, chiaramente, non può non preoccupare i viterbesi, i quali non vogliono che l’incubo di ieri si ripeta anche nelle prossime giornate. Sui social, esclusi improperi ed imprecazioni varie, lo slogan è uno solo: “Serviva calendarizzare i cantieri”. L’amministrazione Frontini aveva annunciato che ci sarebbero state difficoltà ma, così, era davvero difficile immaginarle. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città paralizzata per i lavori, viterbesi infuriati: "I cantieri andavano calendarizzati"

ViterboToday è in caricamento