rotate-mobile
Mercoledì, 12 Giugno 2024
Attualità Centro Storico

Il trionfo dei diritti queer e trans, Tusciapride in centro: "Più bacini meno Salvini"

La manifestazione arcobaleno per le vie di Viterbo tra festa, colori, tanti giovani e famiglie | FOTO

"F(e)roce pe' davvero". Uno striscione con lo slogan del Tusciapride apre la manifestazione per i diritti queer e trans di Viterbo. Un corteo festoso e colorato per le vie del centro storico, in cui svettano le bandiere arcobaleno, quelle dell'Arcigay, della Rete degli studenti medi, dei Giovani democratici e della Palestina. Poi i cartelli: "Pride not prejudice (Orgoglio non pregiudizio, ndr)", "+ bacini - Salvini", "+ ricchioni - Meloni".

IMG-20240601-WA0005

In prima fila, dietro al carro che diffonde la musica, il vicesindaco Alfonso Antoniozzi e gli assessori Emanuele Aronne e Elena Angiani, i consiglieri Maria Rita De Alexandris, Alessandra Croci, Francesco Buzzi, Alessandra Troncarelli, Francesca Sanna, la segretaria del Pd Emanuela Benedetti, la consigliera regionale del Pd Marta Bonafoni. Capatina anche della sindaca Chiara Frontini. Più di venti gli enti e le amministrazioni che hanno aderito alla manifestazione, tra cui il Comune e la Provincia di Viterbo, l'Unitus e l'Arcigay.

IMG-20240601-WA0006

Il corteo ha portato e rivendicato per le vie di Viterbo i diritti queer e trans, con tantissimi giovani e famiglie. Partito tra le Fortezze e porta Romana, ha toccato piazza del Comune e attraversato corso Italia, piazza del Teatro, via Marconi, il Sacrario e San Faustino. Fino ad arrivare a piazza Sallupara, dove la serata prosegue con concerti di band made in Tuscia e dj set.

IMG-20240601-WA0004

"Siamo fantastici e portiamo in piazza il nostro orgoglio - esordisce il vicepresidente del Tusciapride, Mirko Giuggiolini -. Per noi è importantissimo il supporto di più persone possibili".

Tusciapride 2024

Nella notte tra mercoledì e giovedì scorsi il Tusciapride ha subito un attacco vandalo: staccate e buttate nei cestini le bandiere arcobaleno e gli allestimenti in via Saffi, la Rainbow street.

GALLERY | Tusciapride 2024

Ad accompagnare il Tusciapride un manifesto politico in cui si schiede, tra le altre cose, il matrimonio egualitario, un tavolo di dialogo permanente tra l’associazionismo queer e gli enti locali, l’istituzione di un servizio chirurgico pubblico per l’affermazione di genere, sportelli antidiscriminazione, panchine rainbow, sostegno alla creazione di luoghi di aggregazione per la comunità queer e l’adozione da parte delle persone queer.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il trionfo dei diritti queer e trans, Tusciapride in centro: "Più bacini meno Salvini"

ViterboToday è in caricamento