rotate-mobile
DALLA CITTÀ / Carmine - Salamaro / Via San Paolo

A valle Faul arriva lo spartitraffico "anti-furbetti"

Il Comune di Viterbo ricorre alle maniere forti: adesso sarà impossibile schivare il dosso di via San Paolo

Doveva essere temporaneo, o meglio, “amovibile”, ma alla fine il Comune si è talmente affezionato al dosso di via San Paolo che ha deciso di tenerlo a tempo indeterminato. L’attraversamento pedonale rialzato a pochi metri di distanza dalla rotatoria di piazza Martiri delle Foibe sarebbe dovuto servire nel periodo di fine estate per consentire ai bambini, ai giovani e alle famiglie di attraversare la strada senza il timore di venire investiti. E, questo va detto, perlomeno sul fronte degli incidenti la mossa ha portato i suoi frutti, dato che non si sono verificati investimenti. Tuttavia, già dalla sua installazione c’era chi aveva trovato un modo di aggirare l’odiato dosso. Fatta la legge, trovato l’inganno. Ma da qualche giorno non è più possibile utilizzare il trucchetto.

Lo spartitraffico in via San Paolo-3

Dall’agosto 2023, quando è stato posizionato su via San Paolo, diversi automobilisti, per non passarci sopra e dover quindi rallentare, decidevano di “schivare” il dosso deviando leggermente a destra per poi rimettersi in carreggiata. Effettivamente, la posizione del dosso consentiva questa manovra, in quanto sul lato delle mura c’era il marciapiede mentre sull’altro, quello del McDonald’s, no. Ma in quello spazio, da alcuni giorni, non può passare alcuna macchina e i furbetti sono rimasti a bocca asciutta. L’amministrazione, infatti, ha deciso di dare il via a dei lavori - che dovrebbero concludersi rapidamente - per costruire un piccolo spartitraffico in cemento, così da impedire le manovre di aggiramento. 

Lo spartitraffico in via San Paolo-2

Non sono state ancora rese note le motivazioni tecniche per cui lo spartitraffico è stato realizzato, ma è facile intuire che siano legate ad un miglioramento della viabilità in quel fazzoletto di città. La piccola isoletta in cemento all’intersezione tra strada Signorino e via San Paolo permetterà agli automobilisti che provengono dalla prima di immettersi sulla seconda senza dover impegnare un incrocio abbastanza pericoloso soprattutto di sera, quando la visibilità è ridotta. Due piccioni con una fava: da una parte stop ai furbetti del dosso, dall’altra una buona iniziativa per la sicurezza stradale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A valle Faul arriva lo spartitraffico "anti-furbetti"

ViterboToday è in caricamento